A- A+
Coronavirus
Colori regioni, dal 26 aprile solo 3 in zona rossa: ecco chi passa in gialla
(fonte IPA)

Torna la zona gialla in Italia con le riaperture del 26 aprile, e per Maria Stella Gelmini non saranno solo 11 le regioni che cambieranno fascia con misure e regole meno restrittive, ma "credo che forse ce ne sarà anche qualcuna in più".

Questo quanto affermato dal ministro per gli Affari regionali, intervenuta a Rtl 102.5. "Questo ci rallegra - ha aggiunto - perché significa che c'è una riduzione dei contagi, dell'occupazione delle terapie intensive e che l'Rt è stabilmente sotto l'1, ma non è un liberi tutti, lo ribadisco perché abbiamo già commesso errori in buona fede in passato, passando da ondata all'altra"

Per quanto riguarda il coprifuoco ancora fermo alle 22, "evoca brutte cose e non vediamo l'ora tutti noi di allungare l'orario e di poterlo poi abolire, ma tutto si tiene in una gradualità e in una progressività. Noi abbiamo proposto alle 22 perché abbiamo ascoltato il Cts e perché questo ritorno a regole normali deve essere graduale per evitare impennate del virus", ha detto ancora il ministro per gli Affari regionali Maria Stella Gelmini a Rtl 102.5. "E' chiaro - ha aggiunto - che da parte del Governo c'è fiducia che i comportamenti corretti delle persone ci porteranno a passare gradualmente dalle 22 alle 23 e alle 24 per poi togliere del tutto il coprifuoco."

Colori regioni, ecco chi passa in zona gialla

Sono undici, forse addirittura dodici, le regioni che potrebbero tornare in fascia gialla da lunedì 26 aprile, riaprendo così bar e ristoranti all’aperto. Sembra sicuro il passaggio in zona gialla di Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Umbria e Veneto, delle province di Trento e Bolzano. 

Le regioni rosse e arancioni dal 26 aprile

Molise, Calabria e Sicilia dovrebbero rimanere in zona arancione, mentre Puglia, Sardegna e Valle Aosta restano in zona rossa.

Bozza del nuovo dl, che cosa cambia dal 26 aprile

Non più un Paese solo in 'arancione' e 'rosso'. Da lunedì torneranno 'giallo' e 'bianco' nella cartina che segnala le misure anti-Covid in Italia. Dopo la 'stretta di aprile', ogni Regione, dalla prossima settimana, potrà, quindi, ambire al livello più basso di restrizioni nell'ambito del 'sistema per colori' utilizzato per decidere le misure in base indice di contagio. Dalla scuola in presenza, al via libera agli spettacoli all'aperto, al certificato 'verde' per chi è vaccinato o negativo al tampone, ecco le principali misure contenute nella bozza del nuovo decreto Covid.

- SCUOLA IN PRESENZA. DEROGHE CASI ECCEZIONALI

Commenti
    Tags:
    colori regioniregionizona rossazona giallacovidlockdown
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Jennifer Lopez e Ben Affleck di nuovo insieme dopo 17 anni!

    Ritorno di fiamma

    Jennifer Lopez e Ben Affleck di nuovo insieme dopo 17 anni!

    i più visti
    in vetrina
    Ibrahimovic (out per il ginocchio) presenta la nuova maglia del Milan (foto)

    Ibrahimovic (out per il ginocchio) presenta la nuova maglia del Milan (foto)


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    "Soleterra" il primo suv completamente elettrico di Subaru

    "Soleterra" il primo suv completamente elettrico di Subaru


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.