A- A+
Coronavirus
Torino, assembramenti da shopping. Ricorso ai vigilantes nei negozi
Alberto Cirio

"Quello che è successo ieri a Torino è inaccettabile". Così il presidente del Piemonte, Alberto Cirio, che ai microfoni dell'emittente Radio Veronica One commentando la folla che ieri si è riversata nelle vie del centro città in occasione della prima giornata di riapertura dei negozi dopo quasi un mese di lockdown per l'emergenza Covid fa sapere che in mattinata si riunirà con prefetto e comitato per l'ordine e la sicurezza.

"Ho fatto un'ordinanza precisa per disciplinare i centri commerciali, per la rilevazione della febbre e lo scaglionamento degli ingressi - aggiunge - quindi, dove ho potuto intervenire con ordinanze regionali l'ho fatto, ma quello che ho visto ieri in alcune vie di Torino mi riporta con la mente all'estate e questo non possiamo permettercelo".

"Chiederò al prefetto di Torino interventi rigorosissimi, so che è già stato fatto tanto, che le forze dell'ordine si sono impegnate ma evidentemente non basta", ha concluso Cirio con un richiamo alla responsabilità precisando che "i piemontesi si stanno comportando con grande serietà ma laddove ci sono situazioni che scappano di mano bisogna intervenire subito in maniera radicale e netta".

Si punta a misure organizzative e prescrizioni rigorose per evitare gli assembramenti all’ingresso dei negozi, dove sarà possibile ricorre alla vigilanza privata per evitare gli assembramenti all'ingresso. E' una delle disposizioni concordate dal Comitato provinciale per l'Ordine e la Sicurezza.

Altre misure saranno discusse nel corso di un incontro con le associazioni dei commercianti e i gestori dei principali esercizi commerciali del centro. Saranno inoltre svolti controlli a campione anche nei punti di accesso a Torino per verificare il rispetto delle limitazioni alla mobilità in vigore nella zona arancione, che prevedono, ora,  la possibilità di spostarsi solo all’interno del proprio Comune ma richiedono la sussistenza di comprovati motivi, documentati attraverso l’apposita autocertificazione, per spostarsi con mezzi pubblici o privati in un comune diverso. Proseguiranno poi i controlli già messi in atto da parte delle Forze dell’ordine e della Polizia Municipale, anche con pattuglie a piedi. Infine, verranno sensibilizzati i sindaci del territorio della Città Metropolitana, a cui verrà richiamata anche l’attenzione e la collaborazione al fine di evitare casi di mobilità dai rispettivi territori.

Commenti
    Tags:
    covidtorinociriopiemonteassembramenti
    in evidenza
    "Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

    Spettacoli

    "Governo ma non troppo..."
    Crozza imita Speranza. VIDEO

    i più visti
    in vetrina
    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


    casa, immobiliare
    motori
    CUPRA Born,ordinabile in Italia

    CUPRA Born,ordinabile in Italia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.