A- A+
Costume
Rai, Maria Teresa Ruta: esiliata 14 anni, ho respinto molestie da un dirigente

Maria Teresa Ruta, fresca vincitrice dell'adventure reality di Rai 2 “Pechino Express”, fa una clamorosa rivelazione al settimanale Spy in edicola da venerdì 30 novembre: la conduttrice spiega il vero motivo per cui è stata tanto tempo lontana dalle scene televisive. "Nel 2004 un dirigente Rai mi ha convocata nel suo ufficio per discutere del rinnovo del contratto, ma è successa una cosa spiacevole e decisamente grave. Questa persona, che conoscevo da una vita, si è approcciato a me in una maniera assolutamente poco professionale e sbagliata. Non si è trattato solo di parole, ma anche di un approccio fisico pesante. Tutti sapevano della mia serietà e infatti mai mi era successa una cosa del genere. Figuriamoci in un ufficio aziendale. “Ma cosa fai?”, gli ho chiesto. “Tutti dicono che non l'hai mai data a nessuno, volevo la conferma”, la sua risposta. Al che ho sbattuto la porta e me ne sono andata. Risultato? Il contratto non è stato rinnovato e non sono più stata ricontattata".

La Ruta, che nel frattempo si gode il successo a teatro con la figlia Guenda Goria, prosegue il suo racconto: «Sono rimasta al palo a 44 anni: non ero più una ragazzina e quell'episodio mi ha “incupita”. Perdere il lavoro alla soglia dei cinquant'anni è un fatto difficile da accettare. Così non mi sono più riproposta. Ho detto basta: per anni ho deciso di non frequentare più i corridoi o gli ambienti televisivi. Quel dirigente non l'ho denunciato perché ho pensato alla sua famiglia e ai suoi figli. Piuttosto che far soffrire loro, ho preferito soffrire io. Ma ora Pechino Express è stato liberatorio e mi ha ripagata di tutto: con la Rai ho pareggiato. Non sono arrivate altre proposte televisive, ma sono certa che una nuova occasione sia lì, dietro l'angolo, devo solo avere la pazienza di aspettare».
 

E CLAUDIA PANDOLFI SVELA: "HO RICEVUTO AVANCES DA DONNE E LE HO PURE ACCETTATE. HO SEMPRE VOLUTO CAPIRE DI QUANTE SFUMATURE FOSSE FATTA LA MIA SESSUALITÀ"

 

"Perché piaccio molto agli omosessuali? Perché sono un po' lesbica dentro". Lo racconta l'attrice Claudia Pandolfi al settimanale Spy, in edicola da venerdì 30 novembre. "Ho sempre voluto capire di quante sfumature fosse fatta la mia sessualità. Sono eterosessuale, non è una novità per nessuno, ma non mi sono mai preclusa nessuna strada. Sono sempre stata una donna molto aperta. Se ho ricevuto avances dalle donne? Sì, e le ho anche accettate, a dirla tutta. Non ho mai avuto nessuna storia, sia ben chiaro, e pensate che il mio primo bacio, con una donna, lo diedi nel film “Le amiche del cuore” di Michele Placido. Poi ho giocato anche io, con delle amiche, ma a me piace scoprire l'essere umano e poco importa l'identità". Attualmente l'attrice è impegnata con la promozione del film di Pieraccioni “Se son rose” e della serie prodotta da Netflix “Baby”, ma è anche sul set del nuovo film di Riccardo Milani.

Commenti
    Tags:
    raimaria teresa rutamolestie rai maria teresa ruta
    in evidenza
    Dazn spegne i rumors sulla Leotta E' confermata sulla Serie A . Le foto

    Sport

    Dazn spegne i rumors sulla Leotta
    E' confermata sulla Serie A. Le foto

    i più visti
    in vetrina
    Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

    Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente


    casa, immobiliare
    motori
    Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021

    Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.