A- A+
Costume
Addio stretta di mano: "Troppe infezioni, meglio l'urto dei pugni"

E' un tipo di saluto usato dalle stelle del rap e dai surfisti. Recentemente e' stato addirittura utilizzato da Barack Obama e dal Dalai Lama per dire ciao. Ora il famoso "urto dei pugni" potrebbe sostituire la tradizionale stretta di mano per fermare la diffusione delle infezioni. Uno studio della Aberystwyth University (Regno Unito), che verra' pubblicato ad agosto sull'American Journal of Infection Control, ha scoperto che utilizzare l'urto dei pugni al posto della tradizionale stretta di mano per salutare puo' ridurre la diffusione dei batteri e dei virus fino al 90 per cento.

La diffusione delle malattie infettive e' minore se si saluta con i pugni perche' questo metodo e' piu' veloce di quello che prevede una stretta di mano e c'e' meno superficie esposta. Questo significa che ci sono meno possibilita' per i batteri di diffondersi da persona a persona. Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno testato come le varie forme di saluto influiscono sulla trasmissione dell'E.coli. e hanno trovato che l'urto dei pugni e' la scelta piu' sicura.

Non solo. "Abbiamo scoperto - ha spiegato Dave Whitworth, autore dello studio - che piu' e' forte la stretta di mano maggiore e' la quantita' dei batteri trasmessa". Per gli scienziati, quindi, bisognerebbe abbandonare questa vecchia forma di saluto per abbracciare quella nuova, perche' piu' igienica. "Le persone - ha detto ancora Whitworth - pensano raramente alle implicazione sanitarie quando stringono la mano. Ma se tutti fossero incoraggiati a urtare i pugni, si potrebbe ridurre significativamente la diffusione delle malattie infettive".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
strettamanoinfezioni
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Fondazione Pirelli: l’archivio storico dell’azienda milanese e non solo

Fondazione Pirelli: l’archivio storico dell’azienda milanese e non solo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.