A- A+
Cronache
prostitute 02

Ragazzine anche sotto i 14 anni d'eta' pronte a prostituirsi per una ricarica telefonica. La denuncia arriva dal vescovo ausiliare dell'Aquila, monsignor Giovanni D'Ercole. "Il fenomeno della prostituzione minorile di cui sono venuto a conoscenza grazie a una confidenza e' un fenomeno sempre diffuso tra i giovani non solo aquilani ma di tutta Italia - spiega - vorrei che pero' la nostra attenzione si spostasse sul disagio che i nostri giovani vivono. Disagio che causa fenomeni come quello ricordato, oppure altri fenomeni ben noti come l'alcolismo. La poverta' non e' solo indigenza. Anche queste sono forme di poverta' di cui i nostri giovani, magari sazi di tante cose materiali, soffrono sempre di piu'". Il vescovo ausiliare dell'Aquila lo ha detto a margine di una conferenza stampa sui dati delle poverta' in Abruzzo e Molise, spiegando che il disagio che avrebbe spinto le adolescenti a vendersi anche per una ricarica.

Tags:
squillobaby
in evidenza
Carolina Stramare va in gol L'ex Miss Italia sfida Diletta

Calcio e tv... bollente

Carolina Stramare va in gol
L'ex Miss Italia sfida Diletta

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid

Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.