A- A+
Cronache
Caso Yara, Bossetti in un memoriale racconta il giorno dell'arresto

Caso Yara, Massimo Bossetti in un memoriale racconta il giorno dell'arresto

A 10 anni esatti dall’arresto di Massimo Bossetti, il carpentiere di Mapello racconta per la prima volta in un memoriale quello che ricorda di quel giorno che gli ha cambiato la vita. Il documento, indirizzato a Marco Oliva conduttore della trasmissione “Iceberg Lombardia”, verrà divulgato nel corso della puntata di questa sera a partire dalle 20.30 su Telelombardia. “Di quel 16 giugno rimane il ricordo di un giorno drammatico, traumatico, indimenticabile. Da una vita scandita amorevolmente tra le quattro mura domestiche e quelle dei cantieri edili, un giorno improvvisamente la mia vita cambiò per sempre. Una cosa impensabile… Mi trovavo in un cantiere di Seriate alla costruzione di una villetta unifamiliare, una normale, comune giornata lavorativa… . Ricordo che rimasi lì tutto il giorno quando poco dopo le 17, un esercito di 30/40 carabinieri, polizia di stato fece irruzione in cantiere… .

Dall’impalcatura vidi sbucare un bestione, un carabiniere con uno sguardo feroce che mi intimò di fermarmi, di buttare a terra la cazzuola. Gli chiesi cosa stesse succedendo, ma lui mi intimò: “Stia zitto, abbassi lo sguardo, non mi guardi in faccia e si inginocchi”. Ma come stia zitto e si inginocchi io risposi, mi sta trattando come se fossi uno spacciatore di droga… . Mi trovai a terra inginocchiato sul ponteggio, accerchiato da carabinieri e poliziotti con tanto di telecamera in mano. Subito mi misero le manette e trattenuto dalla forte presa che sprigionavano le loro mani al collo, alle spalle… . Implorai di mollarmi, di lasciarmi andare… . Volevano solo che io stessi zitto, senza che io potessi né capire, né sapere cosa in quel tragico momento mi stesse capitando…”.

LEGGI ANCHE: Caso Yara, Bossetti: dai reperti un dettaglio che fa sperare la difesa

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari in Rete

Esteri

Affari in Rete


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
NISMO torna in Europa con la nuova Nissan Ariya NISMO elettrica

NISMO torna in Europa con la nuova Nissan Ariya NISMO elettrica

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.