A- A+
Cronache
Colpo di scena dal Vaticano: Papa Francesco apre ai preti sposati. La svolta

Papa Francesco: "Il celibato dei preti è una prescrizione temporanea, potrebbe essere rivisto"

"Il celibato dei sacerdoti può essere rivisto". Con queste parole papa Francesco apre a una vera e propria svolta all'interno della Chiesa. In un'intervista rilasciata al portale argentino "Infobae", in occasione del suo decimo anniversario di pontificato, papa Francesco ha spiegato che la norma che impedisce di conferire il sacerdozio agli uomini sposati è "una prescrizione temporanea, non è eterna come l'ordinazione sacerdotale". Il celibato, ha sottolineato Francesco, "invece è una disciplina". E alla domanda se potrebbe essere rivisto, il papa ha risposto con un deciso "sì". 

Il riferimento è andato al rito orientale della Chiesa cattolica: in quel contesto è già possibile ordinare sacerdoti uomini sposati, mentre non è possibile sposarsi dopo aver ricevuto il sacerdozio, e si tratta di un ramo che fa riferimento alla Chiesa di Roma e al Papa, esattamente come quello occidentale. "Qui in curia abbiamo un sacerdote che ha una moglie, non c'è nessuna contraddizione", ha raccontato Bergoglio. Che però ha afferatmo di non essere convinto del fatto che l'apertura del sacerdozio per gli uomini sposati possa aumentare il numero di vocazioni: "Non credo", risponde a una domanda specifica.

Uno degli effetti del celibato, secondo il Papa, è il maschilismo: "A volte il celibato può portarti al maschilismo" e "il maschilismo è cattivo". "A un prete che non sa lavorare con le donne manca qualcosa, non è maturo, ha aggiunto Bergoglio, il Vaticano era molto maschilista, ma fa parte della cultura, non è colpa di nessuno. Si è sempre fatto sempre così". Ma ora le cose stanno cambiando: "Hanno un'altra metodologia, le donne. Hanno un senso del tempo, dell'attesa, della pazienza, diverso dall'uomo. Questo non sminuisce l'uomo, sono diversi. E devono completarsi a vicenda". 

Papa Francesco apre ai preti sposati: "Passo fondamentale nel rapporto uomo-donna" 

Immediato il commento "entusiasta" del Movimento Internazionale dei  sacerdoti sposati, fondato da don Giuseppe Serrone nel 2003: "Il Vaticano era molto maschilista, ma fa parte della cultura, non è colpa di nessuno: ora le cose stanno cambiando". Il gruppo dei preti sposati italiani  dal 2003 è impegnato per la riforma della Chiesa e la riammissione al ministero dei preti sposati con moglie e figli. Per la Direzione del Movimento "segnano un passo importante le frasi di Papa Francesco relative al rapporto tra l'uomo e la donna che devono completarsi a vicenda. Il Pontefice ha rimarcato anche che il Vaticano era molto maschilista e in Vaticano si è sempre fatto sempre così. Ma ora le cose stanno cambiando e potrebbe presto arrivare un cambio della normativa canonica che riammetta i preti sposati nella Chiesa per arginare la crisi dei preti".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
papa francescopretivaticano
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

Guarda le immagini

Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi


in vetrina
Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo

Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo





motori
Citroën inaugura a Parigi “Le Chëvron” per presentate la nuova e-C3

Citroën inaugura a Parigi “Le Chëvron” per presentate la nuova e-C3

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.