A- A+
Cronache

 

E' trascorso più di un anno dall’improvvisa scomparsa di Alessandro Favilla, il bimbo di 10 anni morto quella tragica mattina tra le braccia del padre Emanuele e della mamma Alessia in via Orzali all’Arancio a Lucca. Alessandro è morto soffocato da una fatale crisi respiratoria che nessun medico aveva previsto, nonostante le ripetute visite alle quali in quelle settimane i genitori lo avevano sottoposto, preoccupati dal suo respiro affannoso dopo un complesso intervento chirurgico.

Il bambino, operato a Roma, era stato rimandato a casa con tante rassicurazioni ed era anche rientrato a scuola a San Lorenzo a Vaccoli. Anche i medici lucchesi avevano tranquillizzato i familiari: una bronchite. Poi la tragedia. Ma si può morire così a dieci anni? Sulla tragica fine di Alessandro la Procura ha aperto un’inchiesta, affidata al pm Fabio Origlio, che ha indagato 8 medici, sei dei quali lucchesi e due romani. All’epoca furono disposte anche delle consulenze, ma ancora il perito della Procura non ha consegnato la sua relazione. Un documento chiave per capire come è morto Alessandro e se qualcuno ha sbagliato. "Vogliamo la verità: Alessandro poteva essere salvato?", chiedono genitori e nonni. E’ passato un anno e le risposte ancora non ci sono.

L'inchiesta è ora alla stretta finale. Il pm Fabio Origlio ha chiesto al gip di fissare un incidente probatorio per mettere a confronto le ultime risultanze delle perizie. Da un lato quella del perito della Procura e le valutazioni di quello dei genitori del bimbo, dall'altro il parere dei periti dei medici indagati. Sarebbe finora emerso, scrive La Nazione, che Alessandro aveva in corso una polmonite e anche una stenosi della trachea: per questo sarebbe stato soffocato dal catarro. Nessuno aveva pensato di ricoverarlo o di approfondire in modo accurato la situazione, nonostante i vari accessi dei genitori al pronto soccorso pediatrico del Campo di Marte.

Tags:
tossebimbo
in evidenza
Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

Vacanze in Sardegna, insieme alla mamma

Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
Renault apre i preordini online di Nuovo Austral

Renault apre i preordini online di Nuovo Austral


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.