A- A+
Cronache
Foggia, bomba al centro anziani gestito dal test nel processo contro i clan

Un ordigno rudimentale è stato fatto esplodere all'alba di oggi in via Acquaviva a Foggia davanti alla sede del "Il Sorriso di Stefano", un centro polivalente per anziani. La bomba ha danneggiato l'ingresso a piano terra della struttura e ad alcune auto parcheggiate nella zona. Sul posto sono giunte squadre dei Vigili del fuoco e agenti della polizia. 

La bomba fatta esplodere questa mattina a Foggia è stata piazzata davanti alla sede de "Il sorriso di Stefano" il centro polivalente per anziani che fa capo alla società cooperativa "Sanità Più", dove il responsabile delle Risorse Umane è Cristian Vigilante, stesso manager preso di mira la notte del 3 gennaio scorso quando un ordigno è stato fatto esplodere sotto la sua automobile in via d'Aragona, in zona Villaggio Artigiani. Inoltre l'ordigno di oggi è stato piazzato a poche ore dalla visita a Foggia del Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative Antiracket ed Antiusura, il prefetto Annapaola Porzio. 

Bomba a Foggia: ennesimo attentato nei confronti di Cristian Vigilante

“Ci sono le indagini. Siamo tutti esterrefatti, compresi gli inquirenti. Perchè una cosa del genere non era mai accaduta”.  Lo ha detto Luca Vigilante il presidente della Sanità Più la società cooperativa che gestisce il Sorriso di Stefano dove all’alba di oggi è stata fatta esplodere una bomba. Quando l’ordigno è esploso all’interno dei locali vi era una donna addetta alla sanificazione della struttura. La dipendente non ha riportato ferite ma solo un forte shock.  

“Una cosa  - ha proseguito Vigilante - che ci preoccupa ulteriormente. Non mi sento di dire altro se non attendere le risultanze degli inquirenti perché la questione, ripeto è diventata davvero singolare. Il centro è regolarmente aperto. Nessuno aspetta una cosa del genere a pochi giorni da una risposta collettiva, sociale, istituzionale”. L’ordigno è stato infatti fatto esplodere a pochi giorni dalla manifestazione cittadina organizzata a Foggia da Libera contro la criminalità che ha visto la partecipazione di quasi 20mila persone. “Agli autori del gesto – ha concluso Vigilante - dico basta, dico di cambiare vita, cosi non si ottiene nulla”.

Loading...
Commenti
    Tags:
    bomba a foggiail sorriso di stefanocristian vigilantecentro anziani foggiaallarme bombaattentato vigilante foggiavigliante bombasanità piùattentato centro anzianibomba ospizioallarme bomba ospizio
    Loading...
    in evidenza
    Liti e urla in casa. La Elia si isola "Voglio solo sopravvivere..."

    Grande Fratello Vip bufera-news

    Liti e urla in casa. La Elia si isola
    "Voglio solo sopravvivere..."

    i più visti
    in vetrina
    Lana Rhoades, pornostar svela il messaggio da un calciatore famosissimo...

    Lana Rhoades, pornostar svela il messaggio da un calciatore famosissimo...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Opel Insignia GSi con trazione integrale avanzata, ordinabile da marzo

    Nuova Opel Insignia GSi con trazione integrale avanzata, ordinabile da marzo


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.