A- A+
Cronache
Il Dalai Lama bacia un bambino: “Succhiami la lingua”. È bufera. VIDEO

Il Dalai Lama chiede a un bimbo di succhiargli la lingua. Poi le scuse

Il leader spirituale tibetano, il Dalai Lama, e' stato costretto a scusarsi dopo che un video in cui chiedeva a un ragazzino di succhiargli la lingua ha scatenato forti reazioni sui social media. Il filmato, che e' diventato virale, mostra il Dalai Lama, 87 anni, che bacia sulle labbra un bambino chinato per rendergli omaggio. Il monaco buddista viene quindi visto tirare fuori la lingua mentre chiede al giovane di succhiarla. "Puoi succhiarmi la lingua", si sente dire nel video girato durante un evento a McLeod Ganj, un sobborgo della citta' di Dharamshala nel nord dell'India, il 28 febbraio.

GUARDA IL VIDEO

"Sua Santita' desidera scusarsi con il ragazzo e la sua famiglia, nonche' con i suoi numerosi amici in tutto il mondo, per il dolore che le parole potrebbero aver causato", si legge in un comunicato diffuso sull'account Twitter ufficiale del Dalai Lama. "Sua Santita' spesso prende in giro le persone che incontra in modo innocente e giocoso, anche in pubblico e davanti alle telecamere", ha aggiunto, esprimedo "rammarico" per quanto accaduto. Gli utenti di Twitter hanno criticato il video, definendolo "disgustoso", dopo che ha iniziato a circolare ieri. Il Dalai Lama rimane il volto universalmente riconosciuto del movimento per l'autonomia tibetana.

Ma la fama globale di cui godeva dopo aver vinto il Premio Nobel per la Pace nel 1989 si e' affievolita come anche la pioggia di inviti a incontrare i leader mondiali e le star di Hollywood: in parte perche' l'anziano leader ha ridotto il suo programma di viaggi, ma anche a causa del crescente peso economico e politico della Cina sul resto del mondo. Pechino lo accusa di voler dividere il Paese e lo ha definito "un lupo travestito da monaco". Nel 2019, il Dalai Lama si era scusato per aver detto alla Bbc che se il suo successore fosse stato una donna, avrebbe dovuto essere "attraente". 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cinadalai lamatibet
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

De Filippi furiosa in tv

"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"


in vetrina
Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire





motori
Carlos Tavares politicizza il futuro dell'automobile a "L'Événement" su France 2

Carlos Tavares politicizza il futuro dell'automobile a "L'Événement" su France 2

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.