A- A+
Cronache
Due anni di indagini, zero indizi. Ma la carriera di Izzo è bruciata

Prima le accuse, poi il silenzio. Nicola Izzo, ex vicecapo della Polizia, è stato costretto alle dimissioni dopo le accuse del Corvo. Dipinto come il capo di una lobby di corrotti, la sua carriera è stata bruciata. Senza nessun indizio. E ora si indaga sul dossieraggio ai suoi danni...

A due anni di distanza infatti, riporta il Giornale, la Procura di Roma, invece di perseguire la fantomatica lobby dei corrotti guidata dal potente poliziotto, ha aperto un'inchiesta per scoprire l'identità del Corvo, cioè il misterioso uomo (o donna) che ha diffuso le informazioni riguardanti i (presunti) progetti corruttivi in cui a suo dire sarebbe stato coinvolto Izzo.

La procura di Napoli, che nel 2010 aveva iscritto il prefetto nel registro degli indagati per turbativa d'asta, non ha fatto un passo in avanti ma ha spedito le carte a Roma per competenza. I pm della Capitale, svolti gli accertamenti, hanno mandato tutto in archivio per mancanza di prove, anzi di indizi.

L'indagine sulla campagna di dossieraggio è ancora in corso e potrebbe concludersi con nuove richiesta di rinvio a giudizio. Ma nel frattempo la carriera di Izzo, che poteva ambire allo scranno più alto della Polizia per il dopo-Manganelli, è stata compromessa...

Tags:
izzocorvo
in evidenza
Carolina Stramare va in gol L'ex Miss Italia sfida Diletta

Calcio e tv... bollente

Carolina Stramare va in gol
L'ex Miss Italia sfida Diletta

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid

Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.