A- A+
Cronache
Musicista ucciso a Napoli, confessa il killer. La madre: "È una bestia"
Giovanbattista Cutolo

Musicista ucciso a Napoli, la madre: "Voglio parlare con Meloni e Mattarella. Devono cambiare le leggi”

Un ragazzo di 16 anni, con precedenti penali, che esce con una pistola, ha contezza di quello che fa. Non è un ragazzino, che sta a casa con mamma a guardare i cartoni animati, ma una bestia che scende con un’arma che uccide. Non può andare in un istituto minorile, deve avere una pena esemplare, perché ha ucciso un ragazzo. Avevo cresciuto mio figlio facendogli capire che questo mondo era puro. Ho sbagliato. Non ho fatto i conti col fatto che invece la società si stava evolvendo nel brutto”.

Sono cariche di dolore le parole di Daniela Di Maggio, mamma di Giovanbattista Cutolo, il musicista napoletano 24enne ucciso a colpi di pistola per un diverbio per il parcheggio di un motorino la notte di giovedì 31 agosto in piazza Municipio a Napoli. Daniela questa mattina è tornata in piazza Municipio, dopo una notte insonne e fortemente provata dal dolore, e lancia un appello alle istituzioni: “La morte di Giovanbattista sia un caterpillar contro le ingiustizie, devono cambiare le leggi”.

LEGGI ANCHE: Napoli, ucciso un musicista per uno scooter parcheggiato male. Un sospettato

“Stamattina mi sono messa la sua maglia – racconta ai microfoni di Fanpage.it – il suo deodorante, per avere la percezione che esista ancora. Stamattina aspettavo che girasse la chiave nella toppa. Ma la chiave non ha girato. Mio figlio non c’è nella stanzetta, il gatto ha dormito tutta la notte sulla sua maglia”. “In questa storia ci abbiamo perso tutti – prosegue Daniela Di Maggio – la comunità, la mia famiglia, la famiglia della persona che ha sparato, gli amici di mio figlio che avranno un trauma a vita. La mia dolce figlia che non avrà più un fratello. Mio figlio era un uomo elegante, stiloso, perbene, musicista, bello, talentuoso, sempre disponibile e amato da tutti”. “Ho pregato tutta la notte. Voglio sentire Manfredi il nostro sindaco e il Questore di Napoli. Nessuno si è fatto vivo. Che siate voi da eco, voglio parlare con chi ci governa. Voglio dare un messaggio preciso alle istituzioni, perché qua si dice che finisce tutto a tarallucci e vino. Non deve finire così. A costo di andare a bussare alla porta della Meloni, a Mattarella di notte, a tirare giù dal letto Manfredi. Devono cambiare le leggi”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cutolonapoliomicidioscooter
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Aeroporto Berlusconi, il web si scatena. Ecco i meme e le reazioni più divertenti

Aeroporto Berlusconi, il web si scatena. Ecco i meme e le reazioni più divertenti





motori
MG celebra 100 anni di storia al Goodwood Festival of Speed

MG celebra 100 anni di storia al Goodwood Festival of Speed

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.