A- A+
Cronache
Tentato golpe contro il Califfo. Giustiziati dirigenti Isis

Almeno 13 dirigenti di spicco dell'Isis sono stati giustiziati recentemente dopo il fallito tentativo di rovesciare il loro stesso leader Abu Bakr al-Baghdadi: e' quanto si sostiene in un articolo pubblicato dal sito iracheno on-line 'Tomorrow Press News'. All'origine del fallito golpe contro il Califfo ci sarebbero stati i profondi contrasti tra quest'ultimo e un gruppo di luogotenenti sulla strategia militare ed espansionistica adottata dall'Isis in Siria, Libia e Afghanistan, e della decisione di commissionare attentati anche in Arabia Saudita.

Secondo fonti riservate vicine alle autorita' di Mosul, una delle principali citta' dell'Iraq controllate dai jihadisti, i cospiratori avevano progettato nei dettagli come eliminare Baghdadi durante una delle sue rarissime uscite per le strade di al-Raqqah, capoluogo dell'omonima provincia nel nord dell'Iraq nonche' capitale di fatto dell'auto-proclamato califfato: l'auto con a bordo il numero uno dello Stato Islamico sarebbe dovuta essere fatta saltare in aria in un giorno imprecisato compreso fra il 10 e il 13 giugno, ma per una serie di circostanze non ancora del tutto chiare il piano fu scoperto e sventato proprio poco prima di essere portato a compimento.

Baghdadi sarebbe andato su tutte le furie e avrebbe ordinato personalmente l'esecuzione sommaria di tutte le persone coinvolte nella congiura, le cui teste mozzate sarebbero rimaste appese in mostra nel centro di al-Raqqah fino al 18 giugno, primo giorno del Ramadan.

Il tentato omicidio del califfo nero e la sanguinosa repressione che vi ha fatto seguito, oltre a sancire uno dei livelli di maggiore debolezza strutturale raggiunti dall'Isis e la peggiore epurazione all'interno dell'organizzazione ultra-islamista, ne smaschera le frizioni intestine. Emerge altresi' la pretesa di Baghdadi di gestire ormai in totale autonomia la strategia del gruppo, retto invece fino ad appena qualche mese fa da una sorta di consesso tra gerarchi vagamente paritario e ispirato a regole 'democratiche': un drastico cambio di linea confermato anche dalla crescente determinazione del capo supremo di eliminare dai vertici del califfato gli esponenti di altre nazionalita', circondandosi solamente di fedelissimi di origini irachene come lui, nato a Falluja nel luglio 1971.

Tags:
isiscaliffo
in evidenza
Carolina, la musa del calcio Regina della serie B in tv

Stramare, nuova Diletta

Carolina, la musa del calcio
Regina della serie B in tv

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima





casa, immobiliare
motori
Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar

Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.