A- A+
Cronache
Woody Allen, nella bufera per la pubblicazione della sua autobiografia

Woody Allen, nella bufera per la pubblicazione della sua autobiografia

Woody Allen annuncia la pubblicazione di una sua autobiografia e scoppia la polemica.Ronan Farrow, giornalista e figlio del regista Woody Allen e dell'attrice Mia Farrow, ha annunciato via social media la decisione di chiudere i rapporti con Hachette, l'editore che nel 2019 ha pubblicato il suo libro Catch and Kill, un reportage sulla vicenda relativa alle accuse di abusi sessuali a carico del produttore Harvey Weinstein. Hachette avrebbe infatti recentemente annunciato di aver acquistato i diritti per la distribuzione dell'autobiografia di Woody Allen, Apropos of Nothing, la cui uscita è prevista negli USA per il 7 aprile.

Dylan, sorella di Ronan Farrow, dichiarò in passato di essere stata molestata dal padre quando era bambina. L'accusa è tornata al centro della cronaca con l'esplosione del movimento #MeToo. Ronan, dopo aver appreso che Hachette avrebbe acquistato i diritti delle memorie di Allen mentre stavano lavorando insieme all'uscita 'di Catch and Kill', ha quindi annunciato la scelta di recidere il rapporto con l'editore.

"Sono rimasto deluso e amareggiato nell'apprendere dalla stampa che Hachette, mio editore, ha acquistato i diritti delle memorie di Woody Allen dopo che le maggiori case editrici si erano rifiutate di farlo, nascondendolo sia a me che ai suoi stessi dipendenti. Il tutto mentre stavamo ancora lavorando a 'Catch and Kill', un libro che parla di come uomini di potere, incluso Woody Allen, abbiano evitato di assumersi la responsabilità degli abusi sessuali commessi. Hachette non ha mai verificato la versione di Allen. Mia sorella Dylan non è mai stata contattata per rispondere alle smentite relative agli abusi di cui è stata vittima per mano di Allen; esistono prove attendibili che sono state avanzate nel corso di 3 decenni, e che sono state ulteriormente convalidate da prove recenti", ha scritto Farrow in una recente dichiarazione, aggiungendo: "È un comportamento del tutto non professionale sotto molteplici ed evidenti punti di vista, che dimostra inoltre una totale mancanza di etica e di compassione per tutte le vittime di abusi sessuali. Ho esortato Hachette a verificare la versione di Allen, in particolare ogni dichiarazione che implica che mia sorella stia mentendo. Gli ho anche espressamente detto che un editore che adotta questo tipo di comportamento è una persona con la quale, in tutta coscienza, non posso lavorare".

Commenti
    Tags:
    woody allenautobiografiacasa editricemetoofiglimolestie sessualidylanronan
    in evidenza
    Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

    Neymar superato da Leo

    Messi il Re Mida del calcio
    110 milioni per tre anni al PSG

    i più visti
    in vetrina
    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi





    casa, immobiliare
    motori
    La nuova Peugeot 308 diventa premium

    La nuova Peugeot 308 diventa premium


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.