A- A+
Culture
All'asta preziosi dalla Corte Imperiale Russa a Casa Savoia

Nuovo evento di Faraone Casa d’Aste in programma lunedì 11 novembre 2019 che registra come top lot un paio di eccezionali orecchini componibili in platino firmati Faraone con stima 450.000-600.000€, composti da smeraldi colombiani a goccia del peso complessivo di circa 22,30 ct con diamanti a goccia e navette del peso complessivo di circa 30 ct, corredati di scatola originale.
 Vista la loro unicità, non potevano che essere scelti come immagine di copertina del catalogo.

 

Tra gli altri prestigiosi lotti all’incanto figurano una rara tabacchiera della Corte Imperiale Russa realizzata dal gioielliere Bolin che vanta una miniatura in avorio dell’imperatore Alessandro II con stima di 100.000-150.000€; una scatola in oro giallo e smalti raffiguranti le iniziali di Carlo Alberto di Savoia e lo stemma Savoia del Regno di Sardegna probabilmente prodotta a Torino tra il 1830 e il 1850 (stima 15.000-20.000€); un portasigarette in oro giallo insieme ad un set di gemelli e bottoni in oro giallo con zaffiri e diamanti (stima 9.000-13.000€) appartenuti a Marlene Dietrich accompagnati da lettera autografata.

 

Questo appuntamento che si svolgerà al Four Seasons Hotels di Milano sarà anticipato da 4 giorni di esposizione nell’accogliente Chalet, installazione natalizia del prestigioso hotel.

 

Al ritmo dei colpi di martello della banditrice Patrizia di Carrobio spiccano anche una spilla fiore en tramblant firmata Bulgari realizzata in platino con diamanti a goccia, navette, tondi e baguette per un totale di circa 20ct stimata 150.000-170.000€; un anello in platino con smeraldo colombiano di 8,81ct (90.000-100.000€); un raro smeraldo colombiano no oil di 4,18ct (65.000-75.000€); un anello con un zaffiro rosa di circa 6,53ct (25.000-35.000€); un anello con rubino birmano non scaldato di circa 5,50ct (40.000-50.000€).

 

Tra i marchi più rappresentativi Buccellati fa da padrone con 22 lotti tra i quali una parure orecchini e anello in oro bianco e diamanti, corredata di scatola e garanzia e un anello in oro giallo e bianco con uno zaffiro di circa 6ct. Seguono una serie di iconici pezzi firmati Cartier, Pomellato, Vhernier, Webb.

 

Sul fronte orologi spiccano due Rolex GMT Ref.1675, di cui uno in oro giallo, l’altro il più classico in acciaio e vetro plastica; un Rolex Precision del ’75 con quadrante personalizzato Emirati Arabi ed un Rolex Daytona 6265 in acciaio.

 

Non mancano una serie di interessanti lotti di fine argenteria, tra i quali sei vassoi firmati Cusi, un somavar con manico in avorio, due decanter Cartier e tre vasi firmati Venini della collezione The Desert prodotta in serie limitata.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    astafaraone astegioielli faraone aste
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    CDP, presentato il report sulla sostenibilità nei sistemi agroalimentari

    CDP, presentato il report sulla sostenibilità nei sistemi agroalimentari


    casa, immobiliare
    motori
    Stellantis lancia il nuovo Scudo e Ulysse anche 100% elettrici

    Stellantis lancia il nuovo Scudo e Ulysse anche 100% elettrici


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.