A- A+
Economia
Borse, Milano chiude sui minimi. Crollo dei titoli del lusso

Piazza Affari chiude sui minimi di giornata una seduta condotta tutta in negativo sin dall'esordio. La situazione d'incertezza sulla tenuta dell'economia cinese ha pesato sull'andamento del mercato milanese che ha poi ulteriormente ripiegato con l'apertura in negativo di Wall Street.

Alla Fine l'indice Ftse Mib si ferma a -1,77% a 22.975 punti con quasi tutti il listino in 'profondo rosso' a partire dai titoli del lusso che piu' di altri hanno risentito delle fibrillazioni in Cina, uno dei principali mercati esteri per il settore nostrano. Male comunque anche gli industriali, gli energetici e i finanziari, con qualche 'mosca bianca' tra le banche popolari.

ANCHE LE EUROPEE IN NETTO CALO - Maglia nera a Francoforte, dove l'indice Dax cede il 2,12% a 10.685 punti. Il Cac 40 di Parigi scende dell'1,75% a 4.884 punti, l'Ibex di Madrid arretra dell'1% a 10.789 punti. In rialzo la borsa di Atene, che avanza dello 0,32% a fronte di una giornata contrastata per il comparto bancario (Eurobank -1,96%, National Bank +3%, Attica Bank +7,14%).

Tags:
borsemilanoperditecalo
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Renault Arkana e-tech 145, la nouvelle vague diventa ibrida

Renault Arkana e-tech 145, la nouvelle vague diventa ibrida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.