A- A+
Economia
Conad del Tirreno batte la crisi e cresce del 5%

di Andrea Cianferoni

 

Conad del Tirreno batte la crisi e cresce del 5%

 

Il gruppo distributivo presenta i bilanci all'assemblea dei soci a Palazzo Vecchio a Firenze. Il 2015 è' stato chiuso con un giro di affari di 2,35 miliardi di euro ed una crescita del 5%, in controtendenza rispetto all’andamento del mercato in cui la grande distribuzione  registra un bilancio leggermente negativo (-0,05%).

Il Programma di investimenti 2016-2018 si attesta sui 140 milioni con l’obiettivo di accrescere la quota di mercato e l’efficienza del sistema. Gli Investimenti sono concentrati in nuove aperture, ristrutturazioni, innovazione, attenzione all’ambiente e nei servizi offerti al cliente: distributori di carburanti, parafarmacie, ottica. Conad del Tirreno si conferma il primo gruppo distributivo in Sardegna e nel Lazio, mentre rafforza la propria presenza in Toscana, con una quota di mercato del 15%

«Sono risultati importanti, che confermano la lungimiranza delle scelte strategiche, fondate su convenienza, qualità e rapporto con il territorio», dichiara l’amministratore delegato di Conad del Tirreno Ugo Baldi. «I clienti e il mercato premiano la professionalità e la capacità dei nostri soci imprenditori di dialogare con la comunità dove operano, ponendo massima attenzione al sostegno e alla valorizzazione del loro territorio. E’ una distintività preziosa, che consente di accrescere le nostre quote anche in una fase economica complessa.

La crisi ha ridotto ulteriormente il potere d’acquisto delle famiglie, sempre più orientate a un carrello della spesa conveniente ma di qualità. Conad del Tirreno ha sviluppato una serie di iniziative di convenienza capaci di far risparmiare ai clienti oltre 200 milioni di euro; prima tra tutte Bassi&Fissi, un paniere di prodotti a marchio Conad basilari nelle abitudini di consumo degli italiani per garantire prezzi bassi lungo tutto l’arco dell’anno, a cui ha affiancato Valore Insieme, un programma di risparmio continuo nel tempo dedicato ai possessori di carta fedeltà. Sono 341 i punti di vendita presenti sul territorio di Toscana e provincia di La Spezia (192), del Lazio (70) e della Sardegna (79) con una superficie complessiva di 245 mila mq: 44 Conad Superstore (di cui 18 grandi superfici), 103 Conad, 141 Conad City, 6 Sapori&Dintorni Conad, 47 Margherita. A questi si aggiungono 11 distributori di carburanti, che hanno garantito un erogato di 82,1 milioni di litri, 22 parafarmacie con un’offerta di 480 farmaci da banco (non soggetti a prescrizione medica), 210 prodotti omeopatico e 60 prodotti veterinari.

Parlando di Conad non si può non citare l'investimento in corso a Montopoli (Pisa) di oltre 20 milioni di euro, finalizzato a rendere più moderna e efficiente l’intera piattaforma logistica, in termini di costi, trasporti ed emissioni. A intervento completato sarà operativo il più grande polo logistico del Centro Italia.
Area degli allegati

Iscriviti alla newsletter
Tags:
conadtirrenocrisicrescita
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.