A- A+
Economia
Enel cambia pelle e porta l'ultra Internet. Presidente e Ad presentano l'open power

Fibra ottica nelle case: la “nuova” Enel presenta così il suo “open power”, il progetto di rebranding dello storico marchio dell'energia tricolore. La presentazione del nuovo logo della società al museo Maxxi di Roma, con Giovanna Melandri a fare gli onori di casa al Presidente Patrizia Grieco e all'amministratore delegato e direttore generale Francesco Starace.

Già anticipato lo scorso mese in Spagna, Enel ha dato vita ad un super show di luci nel tempio capitolino dell'arte contemporanea: il modo per esemplificare il nuovo concept alla base della nuova “brand identity” di un gruppo che, come spiegato dalla presidente, è presente in 32 paesi con 70mila dipendenti e 61 milioni di clienti. “Un passo importante che nasce da un processo che ha decodificato i valori fondamentali e che ha portato a questo concept di open power quindi di apertura rispetto al futuro, all'innovazione”.
“Eravamo molto affezionati all'alberello – confida l'ingegnere Starace – io lo porto ancora al petto, ma l'Enel ha deciso tutta insieme di diventare una società molto aperta al cambiamento, non è più solo l'energia che ci ascolta, dobbiamo aprire gli occhi e le orecchie e capire tutto ciò che succede. E' una strategia di interesse curiosità e di apertura e di approfondimento continuo”.

Inoltre Starace, a margine dell'evento della presentazione del nuovo marchio della società ha confermato l'intenzione del Gruppo di investire nell'internet super veloce: "Metteremo la fibra in tutte le aree – ha confermato smentendo in modo categorico le voci che parlavano di problemi intervenuti tra la società di elettricità e Telecom. Contrariamente a quanto era stato annunciato a dicembre, Enel non appare più orientata a dare vita a due società distinte per la fibra, una per le aree redditizie e l'altra per quelle a fallimento di mercato: "All'epoca - ha infatti spiegato Starace - non era chiaro quale fosse l'approccio del Governo e quindi si profilavano scenari diversi. Adesso il Governo ha deciso che nelle aree a fallimento di mercato la gara sarà gestita da Infratel e quindi non si richiede la duplicazione societaria, anche perché meno società facciamo e più siamo contenti. Il nostro obiettivo è mettere la fibra, averne la gestione e la manutenzione e rendere disponibile la capacità agli operatori che la richiedono".

 

Tags:
staracegriecoenelinternetfibra ottica
i più visti
in evidenza
Aria fredda polare sull'Italia Fine maggio da... brividi

Meteo previsioni

Aria fredda polare sull'Italia
Fine maggio da... brividi


casa, immobiliare
motori
BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare

BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.