A- A+
Economia
Lippolis: "Non consentiremo che l'immobilismo arresti lo sviluppo del Sud"

“Il Mezzogiorno deve tornare ad essere una priorità nelle scelte strategiche della Politica, in un disegno integrato di sviluppo dell’intero Paese. Chiediamo  che oltre al Green New Deal, si attui un New Deal per il Sud”. E’ questo uno dei passaggi chiave dell’intervento di apertura del convegno dei Giovani imprenditori di Confindustria,  a Capri, del presidente del Comitato interregionale Mezzogiorno dei Giovani imprenditori, Gabriele Menotti Lippolis. L’esponente di Confindustria ha richiamato l’attenzione della politica verso i problemi delle imprese.  “Cari Politici -ha detto Lippolis- se volete una mano a capire i problemi reali e volete veramente risolverli, noi saremo al vostro fianco. Nel caso contrario saremo la vostra spina nel fianco. Non consentiremo che l’immobilismo e l’incompetenza arrestino lo sviluppo del Sud. A voi politici dico: guardate più da vicino le imprese. Noi siamo disponibili ad aprirvi le porte delle nostre aziende e a farvi toccare da vicino le difficoltà e i paradossi che vive ogni giorno un imprenditore. Vi renderete conto delle loro potenzialità. Capirete che sono la principale arma del Paese, per uscire dalle strettoie del debito pubblico. La crescita delle imprese fa ripartire il Paese: aumenta il Pil, riduce il deficit e, più gradualmente, il debito pubblico. Le nostre imprese sono altamente competitive, ma devono fare i conti con un contesto che spesso sembra remare contro le loro esigenze e necessità”.Lippolis ha poi focalizzato l’attenzione sul nodo delle infrastrutture che mancano al Sud sottolineando che “oggi rischiamo di essere sempre meno in grado di competere a livello europeo e globale. E’ urgente un grande piano infrastrutturale anticiclico, che sia puntuale ed efficace”. Un momento di particolare tensione emotiva c'è stato quando nel suo intervento Lippolis ha parlato di come ha sentito vicino lo Stato quando è stato vittima di minacce di estorsione“Si deve debellare anche un male come la criminalità pervasiva. Lo Stato non può permettersi il lusso di abbandonare a se stesse zone ad alta densità criminale senza un presidio adeguato. Così si mettono a rischio pezzi interi di economia legale  e i servitori dello Stato che lavorano nelle forze dell’ordine.  Stato, ed è la prima volta che lo dico pubblicamente, che ho avuto al mio fianco quando ho ricevuto minacce di estorsione. Il Mezzogiorno non è terra di nessuno. E questo lo dico anche agli amici imprenditori che invito a investire al Sud”.

Commenti
    Tags:
    capriimprenditorigabriele menotti lippolisgabriele lippolis confindustriaconfindustria capriconfindustria capri 2019confindustria giovani imprenditoriconfindustria giovani capriconfindustria giovani capri 2019giovani confindustria capri 2019
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Fase 2, gli sconfitti sono i cani Nostalgia delle uscite in lockdown

    Coronavirus vissuto con ironia

    Fase 2, gli sconfitti sono i cani
    Nostalgia delle uscite in lockdown


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    BMW X2 XDrive 25e, la prima compatta con trazione ibrida

    BMW X2 XDrive 25e, la prima compatta con trazione ibrida

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.