A- A+
Economia
Saudi Aramco, l'Arabia Saudita annuncia: al via IPO in Borsa

L'Arabia Saudita ha dato il via all'offerta pubblica iniziale di Aramco (IPO) dopo che il suo regolatore di mercato ha approvato la richiesta del gigante del petrolio di quotarsi nella borsa nazionale e creare la società quotata più preziosa del mondo. Una dichiarazione dell'Autorità del mercato dei capitali (CMA) non ha dato un calendario né fornito cifre precise, ma secondo fonti a Reuters la compagnia petrolifera potrebbe offrire l'1%-2% delle sue azioni nella borsa locale, raccogliendo 20 miliardi di dollari - 40 miliardi di dollari. La società ha annunciato un utile netto di 68 miliardi di dollari nei primi 9 mesi: nella mattinata è prevista una conferenza stampa.

Aramco è il più grande produttore mondiale di petrolio, pompando il 10% dell'offerta mondiale, e il suo più paese redditizio. I prezzi del petrolio più deboli hanno ridotto l'utile netto della compagnia del 12%, portandolo quest'anno a 46,9 miliardi di dollari, ma le cifre hanno ancora messo in ombra Apple, la società quotata più redditizia al mondo, che ha fatto 31,5 miliardi di dollari. L'anno scorso, Aramco ha realizzato un utile netto annuo di 111 miliardi di dollari, oltre un terzo in più del reddito netto combinato delle cinque super major Exxon Mobil, Royal Dutch/Shell, BP, Chevron e Total.Per diversificare la sua attività petrolifera, Aramco si sta espandendo nella raffinazione e nella petrolchimica con l'obiettivo di triplicare la sua produzione chimica a 34 milioni di tonnellate all'anno entro il 2030 e di aumentare la sua capacità di raffinazione globale a 8-10 milioni di barili al giorno (bpd) da oltre 5 milioni di bpd.Per quanto riguarda la valutazione di Aramco, le autorità saudite devono trovare "un compromesso tra la preferenza dichiarata del principe ereditario e le realtà del mercato", ha detto Kristian Ulrichsen, un ricercatore del Baker Institute of Rice University negli Stati Uniti."Poiché il processo è stato ritardato più volte ed è parte integrante del piano del principe ereditario per trasformare l'Arabia Saudita, gli investitori internazionali saranno molto attenti alle performance di Aramco nel mercato interno (finanziario)", ha detto Ulrichsen ad AFP. Ryad cerca anche di incoraggiare le famiglie saudite ricche ad acquistare azioni della società, mentre alcuni commentatori sauditi hanno cercato di presentare questo investimento come un dovere patriottico.    "Una funzione importante dell'IPO in borsa locale è quella di proiettare la fiducia dell'azienda sul mercato internazionale", ha dichiarato Cinzia Bianco, ricercatrice del Consiglio Europeo delle Relazioni Estere, all'AFP."Questo permette al Principe Mohammed di dimostrare che sta mantenendo le sue promesse e facendo quello che deve fare, un nuovo passo per rassicurare gli investitori internazionali che l'IPO avrà luogo dopo tutto", ha aggiunto Bianco.

Loading...
Commenti
    Tags:
    saudi aramcosaudi aramco ipo borsaarabia sauditaipo saudi aramco
    Loading...
    i più visti

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    La tecnologia Bosch a bordo della nuova Maserati Ghibli

    La tecnologia Bosch a bordo della nuova Maserati Ghibli

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.