A- A+
Spettacoli
Angela Finocchiaro: "Calendar girls? Noi nude per una buona causa"
Foto di Giovanni De Sandre

Di Giordano Brega

“Calendars Girls? Parla di un fatto realmente successo, alla fine degli anni ’90. Raccontiamo quanto accadde in Inghilterra, in un piccolo paese dello Yorkshire. Un gruppo di signore sopra i 50 – per comperare un divano di una sala d’attesa d’ospedale – realizzarono un calendario di nudi artistici. E poi....”. Angela Finocchiaro racconta ad Affaritaliani.it il suo nuovo spettacolo, ispirato a una storia vera e divenuto poi un film diretto da Nigel Cole.

Poi?
“La cosa interessante è che questa cosa - bizzarra e spiritosa - è stata fatta a fronte di un evento drammatico, ossia la morte del marito di una di loro. Visto che andavano ad aspettare su questo divano terrificante della sala d’attesa, mentre lui si sottoponeva alla chemio, pensarono di comprarne uno nuovo.  Ma raccolsero così tanti soldi da riuscire addirittura ad aprire un’ala dell’ospedale. E c’è di più..”

Dica…
“In ogni Paese in cui viene rappresentato questo spettacolo si fa un gala di beneficenza. Il nostro (al teatro Manzoni  di Milano l’11 novembre, ndr) destina i soldi all’Ail (L’Associazione Italiana contro le leucemie-Linfomi e Mieloma, ndr). Per cui queste signore hanno creato una condizione di raccolta e di sostegno che continua dalla fine degli anni ’90 a oggi. Non dimentichiamo che loro hanno avuto il coraggio di spogliarsi in un posto e in una situazione in cui avranno certamente affrontato malumori, contrasti. Ma alla fine hanno avuto ragione”.

E per lei com’è stato e com’è recitare senza veli?
“Ci siamo arrivate tutte molto bene, con grande sensibilità da parte della regista Cristina Pezzoli. Inizialmente si era pensato di fare un finto nudo. Ma la dose di coraggio che ci hanno messo loro, noi dovevamo riproporla.  Al di là che noi abbiamo la ‘quarta parete’ e loro no, abbiamo deciso di farlo pure noi. E devo dire che è un pezzo dello spettacolo dove la gente fa quasi la ‘ola’. Le persone si divertono da morire, perché è una cosa fatta con una grande grazia. Alla fine diventano dei corpi normali e questo fa sentire tutti su una stessa barca, dove la gente gode molto di quel pezzo. In maniera estremamente piacevole.  E pure noi ci divertiamo tanto”

LA SCHEDA DI CALENDAR GIRLS

di TIM FIRTH
basato sul film Miramax scritto da JULIETTE TOWHIDE & TIM FIRTH
Traduzione e adattamento STEFANIA BERTOLA

Una Produzione AGIDI e ENFI TEATRO - Debutto ottobre 2015

Cast     
ANGELA FINOCCHIARO (Chris)
LAURA CURINO (Annie)
ARIELLA REGGIO (Jessie)
CARLINA TORTA (Ruth)
MATILDE FACHERIS (Cora)
CORINNA LO CASTRO (Celia)
TITINO CARRARA (marito di Annie)
ELSA BOSSI (Marie)
MARCO BRINZI (fotografo, regista)
NOEMI PARRONI

Regia     CRISTINA PEZZOLI
Scene     RINALDO RINALDI
Costumi    NANÀ CECCHI
Musiche originali  RICCARDO TESI
Disegno luci    MASSIMO CONSOLI

 

 

Tags:
angela finocchiarocalendar girlsmanzonimilano

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.