A- A+
Spettacoli
Ascolti tv, Discovery Italia: 10 successi per un 2017 da incorniciare
Discovery Italia, Fratelli di Crozza

Milano, 11 gennaio 2018 - Discovery Italia chiude un altro anno da incorniciare e anche nel 2017, con il 7,1% sugli individui e il 9,3% sul target commerciale, conferma la terza posizione per share tra gli editori.

Una crescita che trova conferma nei canali free to air del gruppo, nei canali pay, così come nelle property digitali, a partire da Dplay - il servizio Ott sempre più utilizzato dal pubblico - e dalle pagine social dei canali, arricchite quotidianamente con contenuti originali pensati ad hoc.

Ecco i 10 principali successi del 2017 che confermano Discovery Italia tra gli editori piùdinamici, creativi e innovativi del panorama italiano dei media:

 

  1. Share del portfolio al 7,1% sugli individui, in crescita del 4% vs 2016 e del 9,3% sul target commerciale, in crescita del 5% vs 2016;
  2. Discovery italia si conferma ancora una volta terzo editore italiano per share, sia sugli individui sia sul target commerciale;
  3. Prima serata sempre più protagonista con portfolio al 5,8% in crescita del +10% vs 2016;
  4. Nove con l’1,6%  è il canale in chiaro che cresce di più in prima serata: +59% vs 2016;
  5. ‘Big Friday’ in autunno con Fratelli di Crozza su Nove e Bake Off su Real Time che fanno volare il portfolio all’8,5% in prime time, 10,6% sul target commerciale;
  6. Record di sempre su DMAX per l’incontro del Six Nations Italia-Galles, quasi 900mila spettatori e 4,7% di share;
  7. Eurosport cresce del 36% grazie a record in ognuno di questi grandi appuntamenti: Australian Open, Roland Garros, Us Open di tennis; Giro, Tour e Vuelta di ciclismo;
  8. Quasi 2 milioni di utenti unici al mese su Dplay, +57% rispetto all’anno scorso, oltre 335 milioni di video visti sulle pagine Facebook dell’intero portfolio;
  9. Discovery Channel si conferma canale leader dell’area 400 di Sky;
  10. Discovery Media, la concessionaria del gruppo, conferma la crescita a doppia cifra vs 2016;

 

Alessandro Araimo, General Manager Discovery Italia ha commentato: “Il 2017 è stato ancora una volta un anno da record per Discovery ma i nostri sforzi sono già proiettati al 2018 iniziato con l’ottimo esordio di ‘O Mare Mio, la produzione originale che vede protagonista Antonino Cannavacciuolo e che conferma la nostra crescita anche in prima serata. Ma sono tante le sorprese che attendono il nostro pubblico nei prossimi mesi, dal ritorno a febbraio di Maurizio Crozza, all’arrivo in prima serata di Serena Rossi con “Da qui a un anno” passando per i volti più amati del gruppo. Senza dimenticare ovviamente che fra meno di un mese accenderemo su Eurosport la fiaccola olimpica, pronti a offrire un’edizione dei Giochi Invernali mai vista prima”.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ascolti tvdiscovery italia10 successi2017 da incorniaciare
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Kia svela la nuova generazione della Niro

Kia svela la nuova generazione della Niro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.