A- A+
Spettacoli
Musica, Al Bano: Ucraina lo mette in lista nera.

Musica, Al Bano: Ucraina lo mette in lista nera

Al Bano finisce nella lista nera dell'Ucraina per minaccia della sicurezza nazionale. Il motivo potrebbe essere dovuto all'ammirazione del cantante per il presidente russo, Vladimir Putin, Al Bano ha detto apertamente di ritenere la Crimea un territorio russo e ha lodato piu' volte la leadership di Putin. "Lo stimo molto", ha commentato nel 2017, "ha risollevato un Paese. Lo criticano perche' troppo autoritario, ma come potrebbe governare un Paese come la Russia se fosse piu' morbido?". "All' Italia servirebbe uno come lui", e' un'altra delle esternazioni celebri del cantante, che continua con successo a esibirsi in Russia in concerti pubblici e privati. Al Bano non e' l'unico artista italiano non gradito in Ucraina. L'anno scorso, a essere inserito nella blacklist del ministero della Cultura era stato Michele Placido, il cui Commissario Cattani ne La Piovra lo ha reso celebre in tutta l'Urss. Anche Placido si e' espresso a favore del leader del Cremlino, che ha definito "numero uno in Europa per politica estera"; Placido ha anche apprezzato la difesa dei valori cristiani di cui si e' fatto portavoce Putin nel mondo: la Russia ortodossa, a suo dire, "a differenza del debole Occidente, e' un baluardo contro l'Islam". Insieme a Placido e ad Al Bano, nella lista nera di Kiev, e' finito anche Gerard Depardieu, l'attore francese che ha anche ricevuto la cittadinanza russa.

Commenti
    Tags:
    musicaal banoucrainarussiaputinkgbdepardieumichele placido
    in evidenza
    Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

    Costume

    Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

    i più visti
    in vetrina
    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


    casa, immobiliare
    motori
    Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura

    Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.