A- A+
Esteri
Coronavirus, Taiwan donerà 10 milioni di mascherine a Europa e Usa
Tsai Ing-wen

Dopo essere riuscita a prevenire la diffusione del coronavirus al suo interno, Taiwan cerca di aiutare all'esterno. La presidente Tsai Ing-wen ha infatti annunciato in una conferenza stampa che Taipei, dove al momento si registrano 322 contagi e cinque morti, donerà dieci milioni di mascherine a chi si trova in maggiore difficoltà. In tutto, nell'operazione sarebbero coinvolti 11 paesi tra Europa e Stati Uniti. E all'Italia sarebbero destinate 500 mila mascherine.

Non un passo semplice, visto che i taiwanesi sono ancora preoccupati in particolare per i contagi "di ritorno", ma reso possibile dall'aumento della produzione giornaliera di mascherine chirurgiche, che sull'isola ha ora raggiunto i 13 milioni. Un dato superiore di quattro volte rispetto a quello di inizio febbraio, quando si attestava a 3,2 milioni. Uno dei risultati di un modello che si è imposto, insieme ad altri esempi asiatici, nella prevenzione e nel contenimento dell'epidemia. Ora Taiwan si concentra anche sul fronte internazionale, aggiungendosi alla lista dei governi attivi sugli aiuti sanitari, mentre resta aperto il tema del riconoscimento globale dell'attività di Taipei, come dimostra il caso (diventato virale sui social), di Bruce Aylward, assistente del direttore generale dell’Oms, che in un'intervista via Skype con Yvonne Tong di Hong Kong Rthk, interrompe la conversazione dopo una domanda sulla possibilità di coinvolgere Taiwan nelle attività dell'organizzazione internazionale.

Intanto in Italia sono già arrivati degli aiuti sanitari da Taiwan, anche se in questo caso non è coinvolto direttamente il governo, ma la comunità cattolica mobilitata dalla Nunziatura Apostolica di Taipei, guidata da monsignor Arnaldo Catalan. Si tratta di una donazione di assistenza umanitaria, visto che a Taiwan è previsto un divieto di esportazione delle mascherine dall'inizio della crisi sanitaria.  

Il materiale, in corso di presa di carico da parte della Protezione Civile, è giunto a Milano con il contributo dell'azienda italo francese STMicroelectronics, che ha sostenuto il costo della spedizione (accompagnata dal logo Italy/Taiwan-Healthy Together creato dai due designer italo-taiwanesi Stefano Misesti e Chu Yaohong). Gli aiuti comprendono: 4 mila occhiali protettivi, 106 caschi con schermi protettivi, 390 tubi endotracheali, 1020 kit di aspirazione e 450 copricapi con visiere. Tutti i materiali sono stati reperiti presso la rete degli ospedali cattolici a Taiwan, tra cui quello dell’Università Cattolica Fu Jen. 

Loading...
Commenti
    Tags:
    coronavirustaiwanmascherineitaliaaiuti sanitari
    Loading...
    in evidenza
    Clizia Incorvaia: 'Sesso, baci e...' Sicilia bollente con Ciavarro

    Belen, Diletta e... Le foto delle Vip

    Clizia Incorvaia: 'Sesso, baci e...'
    Sicilia bollente con Ciavarro

    i più visti
    in vetrina
    Ludovica Pagani sulle orme di Diletta Leotta... anche a Radio 105

    Ludovica Pagani sulle orme di Diletta Leotta... anche a Radio 105


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    CUPRA svela il primo modello completamente elettrico

    CUPRA svela il primo modello completamente elettrico


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.