A- A+
Esteri
Etiopia, il governo respinge le mediazioni e continua l'offensiva nel Tigray

Il governo di Addis Abeba ha respinto la proposta di mediazione dell'Unione africana (Ua) nel conflitto in corso dal 4 novembre nella regione del Tigray, nel nord del paese, con Fronte di liberazione popolare (Tplf). E questo nonostante il primo ministro etiope Abiy Ahmed ha annunciato che incontrerà "uno ad uno" i tre inviati dell'Ua, ovvero gli ex presidenti Joaquim Chissano del Mozambico, Ellen Johnson-Sirleaf della Liberia e Kgalema Motlanthe del Sud Africa. "Le notizie che questi inviati medieranno tra il governo federale e gli elementi criminali del fronte sono false. La posizione del governo federale in merito a questa vicenda non è cambiata", si legge in una nota del governo etiope su Facebook, come riporta "Addis Standard".

Il governo etiopico ha annunciato la conquista della seconda città del Tigray: l'ufficio del premier Abiy Ahmed ha dato notizia della cattura di Adigrat da parte dell'esercito, che adesso si sta dirigendo verso la capitale della regione 'ribelle', Makallè.

Commenti
    Tags:
    etiopiatigrayafrica
    in evidenza
    "Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

    Spettacoli

    "Governo ma non troppo..."
    Crozza imita Speranza. VIDEO

    i più visti
    in vetrina
    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


    casa, immobiliare
    motori
    Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra

    Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.