A- A+
Esteri
Germania, scoperta mummia del neolitico.La "signora Bietikow" ha 5000 anni

In Germania è stata trovata la "signora Bietikow", una mummia di oltre 5.000 anni. Le ossa sono state scoperte a maggio durante i lavori a Bietikow, nella regione del Brandeburgo. La "Signora di Bietikow" molto probabilmente visse tra il 3.400 e il 3.300 a.C. Questa donna, indubbiamente deceduta intorno ai quarant'anni, sarebbe stata contemporanea di Ötzi, l'"uomo di ghiaccio" i cui resti mummificati furono scoperti nel 1991 in un ghiacciaio alpino, al confine tra Italia e Austria.     
"Quindi puoi confrontare Ötzi e la signora di Bietikow in termini di età. Ma la scoperta dell'uomo di Tisenjoch, cioè Ötzi, è stata molto più spettacolare in termini di stato di conservazione", spiega ad AFP l'archeologo Philipp Roskoschinsky.
"Era una mummia naturale. Ciò significa che non solo le ossa sono state preservate, ma anche tutti i tipi di materia organica, pelle, organi, ecc.", descrive. Questi resti, tuttavia, mostrano che questa donna fu sepolta durante il periodo neolitico, più di 5.000 anni fa, in una posizione accovacciata, una delle più antiche forme di sepoltura dei morti. 
"Le poche ossa di 'Lady of Bietikow' sono già istruttive. All'epoca, i cereali venivano introdotti nel cibo e nel commercio quotidiano", racconta l'archeologo. "Rispetto agli animali, i cereali possono essere conservati meglio e utilizzati più facilmente come mezzo di pagamento. Tuttavia, questo ha spesso portato a un deterioramento della salute della popolazione", aggiunge Roskoschinsky. 
"Alcuni denti sono abbastanza consumati, puoi vederli qui", aggiunge Bettina Jungklaus, anche lei archeologa, descrivendo in dettaglio la mascella dello scheletro. "Normalmente c'è dello smalto sulla superficie dei denti. Qui però è molto consumato. Lo smalto è completamente assente e questo ci permette di trarre conclusioni sull'alimentazione: era indubbiamente molto ricco di fibre, molto duro", secondo l'archeologo.
Ulteriori esami tenteranno ora di determinare se la donna proviene effettivamente da questa regione o se è emigrata. Ötzi, l'"Ice Man" più o meno contemporaneo alla "Lady from Bietikow", indossava un copricapo di peli d'orso e leggings di pelle di capra. Il corpo di Ötzi era ricoperto da 57 tatuaggi, una delle tracce più antiche della pratica mai scoperte. Le spoglie di Ötzi, conservate al museo di Bolzano  attirano circa 260.000 visitatori all'anno
 

Loading...
Commenti
    Tags:
    germaniamummianeoliticoritrovamentistoriastoria anticascavila "signora bietikow"
    Loading...
    in evidenza
    "Inutile il sacrifico di Enzo Tortora Magistrato che sbaglia non paga"

    Parla con Affari l'ex compagna Francesca Scopelliti

    "Inutile il sacrifico di Enzo Tortora
    Magistrato che sbaglia non paga"

    i più visti
    in vetrina
    Meteo febbraio da incubo con lo stratwarming. Entrerà nella storia...

    Meteo febbraio da incubo con lo stratwarming. Entrerà nella storia...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Moto Guzzi, un 2021 ricco di novità per festeggiare il centenario

    Moto Guzzi, un 2021 ricco di novità per festeggiare il centenario


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.