A- A+
Esteri
Libia, Obama: errore intervento nel 2011, Paese ancora nel caos

Il sostegno americano all'intervento Nato in Libia nel 2011 e' stato un "errore" in parte dovuto alla convinzione sbagliata che la Gran Bretagna e la Francia avrebbero sostenuto un onere maggiore nell'operazione. Cinque anni dopo, mentre si ragiona su un nuovo piano per far fronte al dilagare dell'Isis in Libia, il presidente Usa, Barack Obama, fa un mea culpa in un lunga intervista alla rivista 'The Atlantic'. "Quando ripenso a quel periodo e mi chiedo cosa sia andato storto, c'e' spazio per le critiche", ha ammesso l'inquilino della Casa Bianca. "Avevo piu' fiducia nel fatto che gli europei, considerata la vicinanza con la Libia, sarebbero stati piu' coinvolti nel dopo". Ma l'allora presidente francese, Nicolas Sarkozy, l'anno dopo usci' dall'Eliseo e il premier britannico, David Cameron, era impegnato su altri fronti. E oggi Obama, ripensando all'intervento, riconosce: "non ha funzionato". Nonostante il piano ben approntato, "il mandato Onu, la coalizione messa insieme", "abbiamo evitato vittime civili su larga scala e quasi certamente quella che sarebbe stata una prolungata e sanguinosa guerra civile. E nonostante tutto, la Libia e' un caos".

Tags:
libiaobamaerrore
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona

SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.