A- A+
Esteri

Il presidente della Nigeria, Goodluck Jonathan, per la prima volta da quando è in carica, ha visitato il nord-est del Paese, l'area dove si trovano le roccheforti di Boko Haram, gruppo terrorista di matrice islamica responsabile dal 2009 della morte di almeno 3mila persone. Jonathan e' in carica da tre anni dopo essere succeduto, da vicepresidente, al capo di stato, Umaru Musa Yar'Adua, morto a febbraio del 2010. La vittoria nelle elezioni del 2011 ha dato il via al suo primo mandato. Jonathan e' atterrato oggi all'aeroporto di Maiduguri, capoluogo di Borno e capitale di Boko Haram, per proseguire in elicottero verso il confinante stato di Yobe, l'altro principale teatro di battaglia tra terroristi e forze dell'ordine nigeriane. Nel suo primo discorso, Jonathan ha respinto l'appello all'amnistia per tutti i terroristi formulato, alla vigilia del viaggio presidenziale, da Sa'ad Abubakar III, sultano di Sokoto e principale guida spirituale dei musulmani della Nigeria. "Non puoi dichiarare l'amnistia per i fantasmi - ha detto Jonathan in un discorso in diretta trasmesso dalla tv nazionale - noi non possiamo trattare con chi si nasconde. La prima cosa che Boko Haram dovrebbe fare e' di deporre le armi e dichiararsi, ma io non vedo nessuno che dice di essere un membro di Boko Haram". Jonathan tornera' in serata a Maiduguri e rientrera' nella capitale Abuja venerdi'. Le misure di sicurezza adottate per questa visita sono senza precedenti in Nigeria durante un periodo - ufficialmente - di pace. Il viaggio di Jonathan, preparato due settimane fa da una visita del vicepresidente, Namadi Sambo, e' stato duramente attaccato dall'opposizione che lo ha accusato, tra l'altro, di "mania di protagonismo" e di voler dare "l'impressione di con

Tags:
nigeriaamnistia
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida

Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.