A- A+
Esteri
Principe Carlo: "Guerra in Siria a causa del cambiamento di clima"

I conflitti contemporanei e anche la guerra civile in Siria sono da attribuire in parte al cambiamento climatico: lo ha detto, durante un'intervista rilasciata a Sky News, il principe Carlo, ambientalista convinto da sempre, a pochi giorni dalla conferenza parigina delle Nazioni Unite sul clima. La siccita' durata troppi anni, in particolare, ha scatenato la fuga delle persone dall'interno del Paese.

"Siamo di fronte a un classico caso in cui non si affrontano i problemi, perche' - ha osservato il primogenito della regina Elisabetta II - alcuni di noi gia' 20 anni fa sostenevano che cio' avrebbe causato un conflitto ancora piu' vasto su risorse scarse. E ci sono prove molto convincenti che uno dei principali motivi per questo orrore in Siria sia stata una siccita' durata cinque o sei anni, che ha significato che un gran numero di persone hanno dovuto abbandonare quelle terre".

Tags:
principe carlosiriaclima
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Citroen lancia OLI [all-ë]:più di una concept car

Citroen lancia OLI [all-ë]:più di una concept car

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.