A- A+
Esteri
Wta pronta a lasciare la Cina, "chiarezza sulla tennista Peng Shuai"
Peng Shuai

Cina, la Wta chiede chiarezza sulla scomparsa della tennista Peng Shuai. L'associazione si dice pronta a ritirare tutti i tornei nel Dragone

La Women's Tennis Association e' pronta a cancellare i propri tornei in Cina se non si farà chiarezza rispetto a  Peng Shuai, la tennista scomparsa dopo aver denunciato di essere stata aggredita sessualmente dall'ex vicepremier cinese, Zhang Gaoli, oggi in pensione. "Siamo pronti a ritirare la nostra attivita' e gli accordi con tutte le complicazioni che ne verranno", ha dichiarato il il presidente della Wta, Steve Simon, citato dalla Cnn, "perche' questa cosa e' decisamente piu' grande del business. Le donne devono essere rispettate, non censurate". La Wta ha una decina di eventi in calendario in Cina nel 2022. Peng, una delle piu' note star dello sport cinesi, e' scomparsa dalla scena pubblica dal 2 novembre scorso, quando ha postato su Weibo il suo messaggio di accusa di molestie nei confronti di uno degli uomini più potenti della Cina, fino al 2018.

A complicare la situazione c'è anche una presunta mail inviata da Peng allo stesso Simon, rivelata dall'emittente televisiva statale cinese Cgtn, e nella quale la campionessa farebbe parzialmente marcia indietro rispetto alle accuse all'ex uomo politico. La dichiarazione non è servita a fugare i dubbi sulla campionessa: al contrario, "aumenta soltanto la mia preoccupazione", ha detto Simon, riguardo alla sicurezza della tennista e a dove si trovi. Peng Shuai, ha aggiunto il dirigente sportivo, deve "potere parlare liberamente, senza costrizioni o intimidazioni".

Il post pubblicato sull'account Weibo di Peng il 2 novembre scorso è stato censurato nel giro di pochi minuti, ma ha destato la curiosità degli utenti dei social in Cina, e su internet sono circolati gli screenshot del messaggio. Già nei giorni scorsi, la Wta aveva chiesto una risposta sulle condizioni della tennista, e molti tennisti del circuito professionistico - tra cui anche nomi molto noti come Serena Williams - e altri sportivi, come il calciatore Gerard Piqué, si erano uniti in un appello su Twitter per chiedere delucidazioni sulla sorte della tennista cinese.

Il suo caso si presenta come il più grave in assoluto di violenza sulle donne, nella galassia del movimento #MeToo cinese: Zhang è stato fino al 2017 uno dei membri del Comitato Permanente del Politburo, la cerchia ristretta di sette dirigenti politici di livello nazionale, che comprende lo stesso segretario generale del Partito Comunista Cinese, Xi Jinping.

Scomparsa Peng Shuai, la Cina oscura il profilo social della collega Osaka

Dopo la presunta mail della tennista alla Wta in cui sosteneva di stare bene e dichiarava false le accuse di stupro attribuitele, il social cinese Weibo censura Naomi Osaka. La ex numero uno al mondo aveva chiesto verità e giustizia per la collega cinese ex numero 1 di doppio e il social ha oscurato il suo profilo.

 

LEGGI ANCHE

Cina, sparita tennista Peng Shuai: aveva accusato di stupro l’ex vicepremier

Commenti
    Tags:
    peng shuai sparitapeng shuai tennista cinese scomparsawta





    in evidenza
    Bimba morta di stenti/ Povera Pifferi in mano a tanti pifferai. L'intervento del direttore Perrino a "Ore 14"

    MediaTech

    Bimba morta di stenti/ Povera Pifferi in mano a tanti pifferai. L'intervento del direttore Perrino a "Ore 14"

    
    in vetrina
    Sardegna, Elly e Todde si guardano negli occhi... L'intesa vincente prima delle elezioni

    Sardegna, Elly e Todde si guardano negli occhi... L'intesa vincente prima delle elezioni


    motori
    Aston Martin Vantage GT4 2024: innovazione e prestazioni al top nel mondo GT

    Aston Martin Vantage GT4 2024: innovazione e prestazioni al top nel mondo GT

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.