A- A+
Food
Eataly lancia il primo whisky limited edition: 100% made in Italy

EATALY SCEGLIE VILLA de VARDA PER PRODURRE LA SUA PRIMA LINEA DI WHISKY DI MONTAGNA 100% MADE IN ITALY

Eataly e la distilleria Villa de Varda insieme per presentare una doppia linea di whisky a filiera completamente italiana, in vendita in tutte le enoteche del Gruppo in Italia e in Europa. La limited edition “Villa de Varda per Eataly” e “In Quota” sono due linee di whisky 100% Made in Italy, realizzate dalla rinomata distilleria trentina Villa de Varda che produce grappa da oltre 170 anni e oggi mette l’antica esperienza familiare nella realizzazione di un nuovo prodotto.

Poche pregiatissime bottiglie - solo 432 di single malt, ottenute dal malto d’orzo, e 432 di rye, ricavate dalla segale -, quelle dell’edizione limitata selezionata da Eataly, oltre alle quattro varietà della linea “In Quota”, che si diversificano in Dolomiti, Amarone, Passito di Pantelleria e Mountain Rye a seconda del legno utilizzato per le botti di invecchiamento.

Tutte le fasi di produzione si svolgono tra le Dolomiti di Brenta, in Trentino, dove le protagoniste assolute sono materie prime autoctone come le acque delle sorgenti della Paganella e la filiera di produzione di cereali completamente locale che attinge dall’antica tradizione delle colture cerealicole sui pendii del Trentino. Il progetto prende vita grazie all’intuizione di Eataly di creare un distillato unico nel suo genere, in grado di valorizzare le materie prime e il territorio italiano, e trova nei fratelli Dolzan - titolari dell’azienda Villa de Varda e già fornitori di grappe per il Gruppo di eccellenze italiane - il partner ideale per la produzione del tipico distillato di cereali di tradizione anglosassone.

Eataly Whisky Esterno 2
 

“Un whisky di montagna che testimonia una volta di più l’interesse di Eataly nei confronti della filiera di produzione degli alimenti come strumento per assicurare cura in tutti i processi produttivi - spiega Enrico Panero, responsabile di sviluppo prodotto e innovazione Eataly. – La collaborazione con Villa de Varda ci ha consentito di veder nascere un prodotto potendone seguire tutte le fasi di lavorazione, dalla semina dei cereali alla distillazione, dalla scelta delle botti all’invecchiamento.”

Nasce così un whisky dallo stile tipicamente italiano, legato al territorio montano, ma realizzato grazie anche ai suggerimenti di distillerie “amiche” e a riflessioni condivise con guru del settore a livello mondiale - quali Ronald Zwartepoorte, Massimo Righi e Claudio Riva.

Le bottiglie della limited edition firmata Eataly sono proposte in un cofanetto realizzato a mano in legno di pino e all’interno contengono rispettivamente una spiga di orzo o di segale, per sottolineare il legame con la materia prima. Il risultato è un prodotto che concilia passato e futuro, come dimostra l’uso innovativo dell’abete rosso della Val di Fiemme: una varietà di legno che un tempo veniva utilizzata anche dal leggendario liutaio Stradivari e che oggi Villa de Varda sperimenta nell’affinamento dei suoi whisky. Per la tostatura delle botti si utilizza il vapore al posto del fuoco, permettendo così al whisky di assorbirne le note positive, sia nel profumo di bosco che nelle sfumature balsamiche del gusto.

“Siamo molto orgogliosi di essere stati scelti da una realtà come Eataly dedicata alla promozione delle eccellenze italiane, prima per la grappa e ora per questo progetto pionieristico che porta nel mondo del whisky un autentico stile italiano - affermano i fratelli Mauro e Michele Dolzan - C’è stata sintonia sin da subito. Per artigiani della distillazione come noi è davvero gratificante lavorare al fianco di professionisti della distribuzione che mettono la qualità sempre al primo posto”.

Iscriviti alla newsletter




in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
DS Automobiles: protagonista al Chantilly Arts & Élegance Richard Mille

DS Automobiles: protagonista al Chantilly Arts & Élegance Richard Mille

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.