A- A+
Food
Il latte intero fa male come la Coca Cola Zero: hanno stessi grassi e zuccheri
Latte di mandorla (foto di Anna Tarazevich - Pexels)

C'è una sola ed unica bevanda che otterrà una A e si tratta dell’acqua minerale. Tutte le altre bevande ricevono invece valutazioni più basse, in particolare se contengono zuccheri aggiunti, come ad esempio la Coca Cola, la Sprite o la Pepsi, ma anche i succhi di frutta. Pure i cereali per la colazione subiscono un passaggio in negativo nella classifica e passano da una A (alcuni erano così classificati) a C per la concentrazione di zuccheri. Se il contenuto di zuccheri è basso, tengono al massimo una B.

Tuttavia, il Nutri-Score nasce già obsoleto per ciò che riguarda la classificazione dei grassi, alcuni dei quali sono indispensabili per la salute umana. Come ormai sostengono in tanti, l’algoritmo riflette la formazione di Serge Hercberg, suo inventore, professore alla Sorbona, che è prima un epidemiologo e poi un nutrizionista. Non si tiene conto del quadro generale e non si prendono in considerazione né la lavorazione né i benefici nutrizionali più ampi.

Nonostante alcune imperfezioni, però, questo sistema di etichettatura presto potrebbe essere adottato a livello dell’Ue e diventare quindi obbligatorio anche nel nostro Paese. Intanto, dopo l’Italia, anche altri Paesi cominciano a nutrire dubbi sull’effettiva efficacia del Nutri-Score, che è stato di recente bocciato da Spagna, Romania, Polonia e Svizzera, che hanno per l’appunto deciso di non adottarlo.

Leggi anche: Lecca lecca richiamati dal mercato per rischio soffocamento nei bambini

Iscriviti alla newsletter
Tags:
alimentazionecibococa colagrassilattenutri-scorezuccheri




in evidenza
Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia

Guarda il video

Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia


in vetrina
Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini

Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini


motori
Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.