A- A+
Green
Orbetello, l’acqua è troppo calda. 200 tonnellate di pesci morti

Ben 200 tonnellate di orate, spigole e sogliole decimate per mancanza di ossigeno in un'acqua troppo calda. Un "disastro", lo ha definito la Forestale, che non si vedeva da almeno "70 anni" e che ha provocato un danno di 10-15 milioni di euro. Sono esclusi al momento problemi legati alla salubrità per la popolazione per il consumo alimentare del pesce in commercio e per le frequentazioni delle spiagge limitrofe alla laguna Secondo le prime stime della Federcoopesca-Confcooperative, a oggi è andata persa fino all’80% della produzione ittica della laguna per un valore di oltre 10 milioni di euro di danni. In particolare sono andati distrutti milioni di avannotti, i piccoli di spigola, orata, cefalo e sogliola, tutto quel pesce che tra 18/20 mesi sarebbe diventato prodotto commerciale .

Il Corpo forestale dello Stato è  intervenuto "immediatamente fornendo il servizio logistico, grazie ai presidi sul territorio di Duna Feniglia e di Ansedonia", e monitorando la situazione collaborando con gli altri enti e associazioni interessate, tra le quali anche quella dei pescatori. La mancanza di ossigeno nell’acqua che ha causato la morte degli animali "e’ dovuta certamente al gran caldo di questi giorni" ma la Forestale sta indagando anche per «accertare eventuali responsabilità di chi potrebbe non aver adottato le necessarie misure preventive".

La Giunta regionale approverà la delibera per proclamare lo stato di calamità naturale nella laguna di Orbetello. A farlo sapere è l’assessore regionale con delega all’Ambiente, Federica Fratoni a margine dei lavori del Consiglio regionale: "Abbiamo concordato col sindaco, che partisse la richiesta. Questo e’ un caso «abbastanza particolare- specifica- però faremo tutto nei tempi più rapidi in modo che si possano attivare quei percorsi che consentano di portare le risorse sul territorio".

Il sostegno nei confronti del Comune si traduce nella decisione di "procedere all’operazione di insufflaggio di ossigeno per riportare i livelli di ossigeno presenti nell’acqua ai livelli accettabili- sottolinea- c’è da dire che leggevo dichiarazioni, alcune anche pubbliche, che dicono che ci troviamo di fronte ad una situazione nella quale quel tratto di mare risulta il più caldo del bacino del mediterraneo. Solo il tratto fra la Libia e l’Egitto ha le stesse temperature. Se a questo aggiungiamo poi il vento di scirocco e una situazione anche perdurante, perche’ in realtà della laguna ci stiamo occupando da dieci giorni, questo ovviamente e’ un caso eccezionale. Sono passati 60 anni dall’ultima ondata di questa consistenza".


 

Tags:
orbetellomoria pesci
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...

Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...


casa, immobiliare
motori
Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.