A- A+
Lavoro
Contribuenti decaduti riammessi al pagamento rateale
logo fondazione studi
 

I contribuenti decaduti nei tra anni antecedenti il 15 ottobre 2015 dalla rateazione delle somme dovute, a seguito dell'avviso di accertamento, possono essere riammessi al pagamento rateale, come previsto dalla Legge di Stabilità 2016. A comunicarlo è l'Agenzia delle Entrate con la circolare n.13/E, pubblicata il 22 aprile 2016, nella quale specifica che il pagamento delle rate scadute deve essere ripreso entro il 31 maggio 2016.

L'Agenzia precisa che per poter essere ammessi alla rateazione i contribuenti devono aver precedentemente definito le somme dovute mediante un atto di adesione all’accertamento, al processo verbale di constatazione o all’invito a comparire, oppure, per acquiescenza. I contribuenti, inoltre, devono aver optato per il pagamento in forma rateale ed essere decaduti dal piano di rateazione, in quanto, dopo aver effettuato il pagamento della prima rata, non hanno rispettato le scadenze successive. Restano esclusi, invece, i contribuenti coinvolti negli altri istituti deflattivi del contenzioso, quali per esempio la conciliazione e la mediazione. Un'altra condizione per essere ammessi al beneficio è che le somme, il cui mancato pagamento ha determinato la decadenza, siano dovute a titolo di imposte dirette. Dunque, limitatamente al versamento dell’Irpef, Ires, Addizionali e Irap. Restano quindi escluse le altre tipologie d’imposta tra cui, l’Iva.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

Savelletri, Torre Canne e...

Vacanza da sogno per i Ferragnez
In Puglia tra masserie di lusso

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.