A- A+
Lavoro
logo fondazione studi
 

Pronto il decreto sugli incentivi alla partecipazione dei lavoratori al capitale e agli utili d'impresa per la diffusione dei piani di azionariato rivolti ai lavoratori dipendenti, in attuazione alla legge n. 147/2013 (Stabilità 2014). Le commissioni riunite Finanze e Lavoro alla camera - si legge sulle pagine di Italia Oggi - hanno dato parere positivo allo schema di dm che disciplina l' erogazione d'incentivi in caso di assegnazione, onerosa o gratuita, di azioni ai dipendenti.

La scarsità delle risorse a disposizione, però, rischiano di comprometterne l' efficacia: da 7 milioni di euro previsti (2 milioni per il 2014 e 5 milioni per il 2015),  le risorse finanziarie sono state ridotte a 1.858.117 euro (1.818.872 per il 2014 e 39.245 per il 2015).  L' incentivo è erogato a domanda e possono farne richiesta le società per azioni (Spa) italiane e comunitarie, che stabiliscano in Italia una o più sedi. La misura si rivolge ai lavoratori dipendenti di tali società, assunti a tempo indeterminato, e aventi qualifica di operaio, impiegato e quadro. Per accedere all' incentivo, le società devono essere in possesso di Durc regolare.

L'adesione al piano di azionariato per il quale si richiede l'incentivo deve essere su base volontaria e non subordinata ad alcun obbligo. L'incentivo consiste nel riconoscimento di una somma pari al 30%: • del valore dell' azione assegnata a titolo gratuito ai dipendenti; •della differenza tra valore dell' azione e importo della sottoscrizione, se l'assegnazione è a titolo oneroso. L'importo riconosciuto non può superare i 10 euro per ogni azione e il beneficio complessivamente riconosciuto a ciascuna impresa e ai relativi dipendenti non può eccedere il 10% dell' ammontare complessivo di risorse disponibili nel fondo istituito presso il Ministero del Lavoro.  Infine, il beneficio complessivamente riconosciuto a ciascun gruppo e ai relativi dipendenti non può eccedere il 20% dell' ammontare complessivo di risorse disponibili nel fondo.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.