Venezia, 5 ott. (Adnkronos/Labitalia) - Si chiamano Alessia, Anna, Carlotta, Vanessa, Audrey, Sharina, Anna, Sofia. Hanno meno di 30 anni, sono tutte italiane, alcune tra loro figlie di immigrati di prima o seconda generazione e hanno aperto un’impresa, tra il 2020 e il 2021, sfidando la pandemia.Ragazze forti e volenterose che hanno trovato e creato il loro primo impiego grazie ai programmi di formazione e avvio di un’attività imprenditoriale Yes I start up e Selfiemployment, attuati dall'Ente nazionale per il microcredito (Enm), in accordo con Anpal Agenzia nazionale politiche attive del lavoro, e Invitalia nell'ambito del Pon Iog e del Pon Spao dell'Unione europea e rivolte ai giovani Neet (not in education, employment or training) sotto i 29 anni e dal 2021 anche agli over 30, donne inattive e disoccupati di lunga durata. Attraverso questi progetti di accompagnamento e finanziamento gestiti dall’Ente nazionale microcredito e da Invitalia, negli ultimi quattro anni e mezzo sono state formate e avviate al lavoro circa 3.000 persone. Si è favorita la nascita di quasi 1.500 aziende, di cui circa 400 durante il periodo del Covid (dati calcolati tra il 1° marzo 2020 e il 15 settembre 2021), metà delle quali guidate da donne, per il 74% sotto i trent’anni d’età: gran parte di loro, prima di questa esperienza, erano considerate neet. Il Veneto è stata tra le Regioni più attive nella partecipazione a questi progetti, con il 41% di imprese in rosa, nate sotto la pandemia e oggi divenute esempi di speranza, caparbietà e integrazione sociale. Di queste storie di donne, del loro futuro e delle prospettive di Yes I startup Veneto, si parlerà il 7 ottobre a partire dalle 10 in un webinar, organizzato da Ente nazionale microcredito e moderato dal giornalista Gianluca Schinaia, cui prenderanno parte, per conto di Ente nazionale del microcredito, Nicola Patrizi, project manager di Yes I Startup, Giancarlo Proietto, il presidente della Camera di commercio di Treviso- Belluno Dolomiti, presidente di Unioncamere del Veneto e della Camera di commercio Treviso-Belluno e vicepresidente nazionale di Unioncamere Mario Pozza, il coordinatore operativo Stefano Battaggia e l’agente territoriale Mario Crepet. Racconteranno le loro esperienze di neoimprenditrici del programma Yes I startup e ora alla guida, rispettivamente, di un pet shop e di un negozio di abbigliamento Alessia Zito e Anna Meneghetti, di Treviso e Padova. Personalità simbolo dell’eccellenza veneta nell’ambito imprenditoriale come Elisabetta Armellin (E-codesign) e Giorgia Caovilla (Ojour luxury shoes) parteciperanno e potranno fornire consigli utili alle giovani colleghe per diventare imprenditrici di successo.

in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

motori
Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

i più visti
i blog di affari
Covid, Lancet smonta le tesi che stigmatizzano i non vaccinati
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi-Schwab, vis a vis due protagonisti dell'ordine neoliberale filobancario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Violenza donne, la maratona radiofonica che dà voce alla lotta agli abusi
L'opinione di Tiziana Rocca



Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.