A- A+
MediaTech
Astroturfing: la politica al tempo di Internet

Un social magazine italiano, IlSocialPolitico, ha pubblicato un articolo nell’ambito di un progetto che indaga l’attività 2.0 della politica.

Dopo il Russiagate e le relative polemiche che hanno tuttora risvolti penali negli Usa, si è capito che il mondo web non è solo un simulacro del mondo reale, ma ha invece effetti duraturi e concreti su di esso.

Il web, soprattutto nella sua declinazione social, Facebook, Twitter, Instagram, raggiunge in un solo momento miliardi di persone che votano e quindi è divenuto un campo di intenso studio per il marketing politico.

Premesso che la rete è partita a sinistra e che i grandi social sono stati tutti stati schierati per il mondialismo, come del resto Wikipedia che ancora è feudo di certo faziosità che di enciclopedico ha ben poco, da qualche tempo si è assistito ad un cambio di fase.

Ora i social, Facebook in testa, sembrano essere feudo della destra sovranista mondiale. La notizia recente è che la destra Usa sta facendo ricorso al cosiddetto Astroturfing, cioè la creazione a tavolino di consenso digitale dal basso, lo dimostra.

I democratici Usa accusano che si stia assistendo ad una confluenza di interessi tra sovranisti pro - Trump e interferenze russe e questo ha che fare con TheMoviment, l’organizzazione creata da Steve Bannon per portare alla vittoria i sovranisti populisti europei alle prossime elezioni.

Secondo IlSocialPolitico la campagna web populista made in Usa è cominciata con Facebook e ora è centrata su Twitter, con l’hastag #WalkAway Movement (“Movimento per andarsene”).

Per chi ne vuole sapere di più: https://twitter.com/hashtag/walkaway

La strategia sarebbe quella di account umani e bot che condividono le loro storie di abbandono del Partito Democratico Usa a favore di Donald Trump.

La strategia comunicativa mira a condizionare l’opinione pubblica americana, puntando sul tema delle divisioni tra democratici.

Una riprova che sia una forma di marketing politico sarebbe poi il sostegno che la campagna #WalkAway ha ricevuto da Russia Today e Sputnik, due media notoriamente filo Putin.

In tutto questo i partiti di sinistra sarebbero incapaci di reagire mediaticamente, pur avendo utilizzato per primi i social per creare consenso con l’elezione di Obama.

 

 

 

 

Commenti
    Tags:
    astroturfingtrumpputinsputnikrussia todaysovranismopopulismousarussiasteva bannon
    in evidenza
    Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

    Ucraina

    Imprese colpite dalla guerra
    SIMEST lancia una campagna aiuti

    
    in vetrina
    Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

    Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


    motori
    Maserati svela la nuova GranTurismo

    Maserati svela la nuova GranTurismo

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.