A- A+
MediaTech
Digitalizzazione, ecco al lavoro quanto tempo si risparmierebbe
In Italia si recupererebbero 3.5 giorni al mese. Meno che in Russia dove il risparmio di tempo equivarrebbe a 5,6 giorni, ma più o meno quanto in Germania (3,8 giorni) e Regno Unito/Irlanda (3,2 giorni). 
 
E' quanto emerge da una recente ricerca Censuswide/Ricoh che ha coinvolto 3.600 dipendenti di aziende europee, cui è stato chiesto quanto tempo in un mese si risparmierebbe grazie all'adozione di tecnologie innovative per la digitalizzazione.
 
Dalla ricerca emerge come gli italiani, in particolare, aspirino a un ambiente di lavoro fortemente digitalizzato, con il 64% dei dipendenti che confidano nel fatto che l'innovazione tecnologica avrebbe un impatto davvero positivo sulla giornata lavorativa. Una percentuale più alta della media europea. Nel vecchio continente sono 4 su 10 gli intervistati che si aspettano di svolgere, grazie alle nuove tecnologie, un lavoro che oggi non esiste e che sono ottimisti a riguardo. 
 
I vantaggi più significativi sono: un accesso ai dati più immediato (44% del campione); la possibilità di lavorare da casa più frequentemente (42%); la riduzione delle attività ripetitive (41%); l'automazione dei processi amministrativi (36%).
 
Il Paese più digital-scettico appare la Francia, dove i risparmi di tempo ottenibili grazie alla digital transformation si fermano a 1,8 giorni mensili.
 
Tabella tempo lavorativo risparmiato
 
Iscriviti alla newsletter
Tags:
digitalizzazionelavoro digitaledigitalizzazione lavorodigitalizzazione risparmio tempo
in evidenza
Premio Mario Unnia, la cerimonia a Palazzo Mezzanotte

Scatti d'Affari

Premio Mario Unnia, la cerimonia a Palazzo Mezzanotte

i più visti
in vetrina
Madonna, foto 'audaci' a 63 anni: boom sui social per lady Veronica Ciccone

Madonna, foto 'audaci' a 63 anni: boom sui social per lady Veronica Ciccone


casa, immobiliare
motori
Alpine svela il nuovo crossover GT 100% elettrico

Alpine svela il nuovo crossover GT 100% elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.