A- A+
MediaTech
Rai1, Salini: "Valorizzare interni", ma si piega alle scelte della De Santis
Roberto Poletti, prossimo conduttore di UnoMattina Estate su Rai1

Il caso di Roberto Poletti, giornalista, ex deputato dei Verdi e lungimirante biografo di Matteo Salvini assegnato alla conduzione di UnoMattina Estate, sta infiammando il dibattito politico italiano e le polemiche sulla scelta di Teresa De Santis, direttrice di Rai1, non si placano.

Sulla questione interviene anche l'Ad Fabrizio Salini che qualche tempo fa aveva cercato di bloccare le decisioni relative al palinsesto estivo dell'Ammiraglia Rai, precisando che era opportuno evitare di ricorrere agli esterni visto che l'azienda era già ricca di professionisti capaci e competenti. L'Ad alludeva non soltanto a Poletti, ma anche a personaggi quali lo riesumato Beppe Convertini (vicinissimo a Vincenzo Spadafora e Rocco Casalino) e Pierluigi Diaco, per non parlare di Sandra Milo. Leggendo questi nomi Salini, fautore come abbiamo visto della valorizzazione delle risorse interne alla Rai, si era messo le mani nei capelli (che non ha) e aveva provato a fermare tutto. La stravittoria del Carroccio alle Europee e la disfatta grillina gli hanno però LEGAto (è il caso di dirlo) le mani costringendolo ad accettare obtorto collo tutte le scelte che qualche settimana fa aveva bloccato. 

"L'intenzione è valorizzare le risorse interne" dichiara oggi l'Ad Rai in Vigilanza, "e ho inviato una nota ai direttori di rete in questo senso, nel rispetto dell'autonomia editoriale dei direttori di rete, che, se pensano di non trovare in azienda risorse adatte ai programmi, possono rivolgersi all'esterno". 

In altri termini, Fabrizio Salini non è affatto contento delle scelte di Teresa De Santis, ma è obbligato ad avallarle. E a noi pare che Roberto Poletti in fondo sia l'ennesimo capro espiatorio per nascondere altre decisioni che lasciano di stucco, quali quella di affidare la conduzione di un importante programma del palinsesto dell'Ammiraglia Rai a un personaggio come Convertini che, con tutto il rispetto, non ha mai condotto alcunché. Ma di questo avremo occasione di parlare. 

Per concludere, e per spezzare una lancia a favore della Rai, possiamo aggiungere che questo periodo la vede rappresentare diverse voci contrapposte, quella leghista di Poletti per esempio, ma anche quella non esattamente salviniana di Gad Lerner, tornato su Rai3 con L'Approdo. E riguardo a quest'ultimo, sempre relativamente alle risorse interne da valorizzare, è peculiare che l'opposizione abbia sollevato polemiche sull'esterno Poletti e non sull'esterno Lerner. A riprova che, in fondo, ciascuno schieramento politico - malgrado le belle parole - pensa più a sé e al proprio bacino di consensi che ai telespettatori. 

Tags:
rai1fabrizio salinidaytime rai1teresa de santislegam5sroberto polettivincenzo spadaforabeppe convertinipierluigi diaco
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500

FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.