A- A+
Medicina
Coronavirus, Zangrillo: ‘Emergenza finita da due mesi, inutile creare panico'

“È un mese che in Lombardia non si muore più di Covid" ed "evocare l'emergenza porta al panico e alla morte sociale". Ne è convinto il professor Alberto Zangrillo, primario della clinica San Raffaele di Milano, che in un'intervista a Il Tempo dice anche che il modo di comunicare sui decessi "è scorretto e non rispecchia la realtà" perché  spesso "la causa di morte è chiara a tutti ma purtroppo verrò addebitata al virus".

D'altro canto, precisa, "tutti sanno che in Italia l'eccesso di mortalità da Sars Cov2 è fortunatamente azzerato da due mesi". E Zangrillo poi aggiunge: "Attenzione, distanziamento, massima prudenza, rispetto delle regole ma rispettiamo anche la Verità".

Secondo il primario del San Raffaele oggi "i cittadini hanno bisogno di verità: se dichiarare pubblicamente che il virus, in Italia, non produce gli stessi problemi di tre mesi fa equivale ad essere ritenuto irresponsabile, mi assumo volentieri questa responsabilità soprattutto perché è condivisa da circa 400 medici ed infermieri che hanno lavorato e lavorano al mio fianco dal 21 febbraio dando un importante contributo ad un dibattito scientifico costruttivo e non di parte", sostiene il primario.

Commenti
    Tags:
    coronaviruscoronavirus newscoronavirus italiacovid-19covidemergenza coronaviruszangrilloemergenza finita
    in evidenza
    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    verso un mondo più sostenibile

    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    i più visti
    in vetrina
    Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...

    Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...


    casa, immobiliare
    motori
    Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

    Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.