A- A+
Milano
Abodi: "Ok dal CIO all'impianto di Rho. Soluzione più economica"

Abodi: "Ok dal CIO all'impianto di Rho. Soluzione più economica"

La quarta riunione della Cabina di regia di Milano Cortina 2026 ha affrontato tutti i punti all’ordine del giorno tra i quali quello più atteso, sulla localizzazione del sito del pattinaggio di velocità. Al termine della presentazione, da parte dell'ad della Fondazione Milano Cortina 2026 Andrea Varnier, di una articolata analisi comparativa tra le soluzioni di Rho Fiera e Torino, l’On. Matteo Salvini ha richiesto un’ulteriore specifica sull’ammontare dell’investimento a carico di Fondazione Fiera per l’impianto temporaneo milanese.

La proposta finale sull'impianto di Rho sarà presentata per approvazione al Cda della Fondazione MiCo 2026 il 18 aprile

A tale richiesta si è associato anche il Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi che, a sua volta, a fronte dei dettagli tecnico-organizzativo-finanziari presentati su entrambi i siti valutati, ha comunque manifestato un indirizzo favorevole rispetto all'impianto di Rho. La prospettiva milanese dell'impianto dedicato al pattinaggio di velocità è stata valutata positivamente dal Comitato Olimpico Internazionale, anche tenendo conto del profilo temporaneo dell'impianto, assoluta novità nella storia delle Olimpiadi invernali, che comporta un minor investimento rispetto a una pista permanente, che potrà essere valutata anche dalle città che in futuro si candideranno a ospitare i Giochi invernali, in un'ottica di sostenibilità economica. La proposta finale relativa all'impianto di Rho Fiera sarà presentata per approvazione al Consiglio di Amministrazione della Fondazione MiCo 2026 il prossimo 18 aprile.

Il Ministro Salvini ha presentato l'aggiornamento del piano delle opere da approvare con un tempestivo DPCM

A seguire, il Ministro Salvini ha presentato l'aggiornamento del piano delle opere da approvare con un tempestivo DPCM, nell'ambito del quale sarà disposto il riparto dei fondi di 724 milioni di euro, attualmente disponibili. Le tre opere per le quali c'è una parziale copertura finanziaria, saranno oggetto di uno specifico provvedimento nell'ambito della Legge di Stabilità 2024.

È stata infine presentata la proposta di un protocollo di legalità per la realizzazione dei Giochi Olimpici e Paralimpici

Dopo l'esposizione degli aggiornamenti richiesti sulla Valutazione Ambientale Strategica, l'ad di Infrastrutture Milano Cortina 2026, ing. Luigi Sant'Andrea, ha presentato l’istruttoria sulla localizzazione del Villaggio Olimpico di Cortina d’Ampezzo, esponendo le ragioni tecniche e di sostenibilità della proposta della località di Fiames, prevedendo, di conseguenza, un differimento di circa 8 mesi del completamento dei lavori della variante di Cortina.

È stata infine presentata la proposta di un protocollo di legalità per la realizzazione dei Giochi Olimpici e Paralimpici da elaborare e sottoscrivere con il Ministero dell'Interno e, successivamente, da declinare a livello territoriale. A stretto giro, sarà stabilito un rapporto permanente anche con il Ministero della Difesa.

Al termine della riunione plenaria della Cabina, si è riunito un tavolo tecnico dedicato alle opere previste in chiave olimpica e paralimpica nel Comune di Milano, oggetto di investimenti privati, che saranno parimenti monitorati per valutare costantemente lo stato di avanzamento dei lavori. La prossima Cabina di regia si svolgerà il 4 maggio alle ore 14:00.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
abodiimpianto rhoministro dello sportolimpiadi milano-cortina 2026







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.