A- A+
Milano
Aggressione con machete, la Regione premia i due ferrovieri Trenord
Regione: premiati i due ferrovieri Trenord aggrediti

Un riconoscimento del Consiglio regionale della Lombardia ai due ferrovieri di Trenord, aggrediti a colpi di machete da una gang lo scorso 11 giugno nella stazione di Villapizzone a Milano. La consegna di una pergamena e di una medaglia a Carlo Di Napoli e Riccardo Magagnin, avvenuta nell'aula consiliare prima dell'avvio della seduta odierna, e' stata eseguita dal presidente della Regione Roberto Maroni, dall'assessore regionale alle Infrastrutture e mobilita' Alessandro Sorte e dal presidente del Consiglio lombardo Raffaele Cattaneo.

Nell'aggressione Di Napoli ha rischiato di perdere un braccio, mentre Magagnin, che era fuori servizio ed e' intervenuto a sostegno del collega, ha riportato un trauma cranico. "Riconosciamo il valore, l'impegno e la dedizione di questi ferrovieri" e "ribadiamo che la Lombardia non cede alla violenza", ha detto Maroni. "Facciamo e faremo tutto il possibile - ha aggiunto il governatore - per garantire la sicurezza di chi viaggia e soprattutto di chi lavora sui treni regionali".

Maroni ha poi ricordato che la Regione ha subito chiesto una maggiore presenza di forze dell'ordine, ma ha anche adottato iniziative dirette: "Abbiamo approvato un piano che dal primo settembre ha visto la presenza di 150 vigilantes privati sui treni e nelle stazioni lombarde considerate a maggior rischio sicurezza. Un'operazione da 7 milioni di euro, che va ad affiancarsi alle altre iniziative per la sicurezza portate avanti dall'azienda".

Da parte sua, Cattaneo ha parlato di "un riconoscimento doveroso" per i due ferrovieri: "Nessuno di voi due si e' fatto travolgere dalle circostanze ma avete reagito con senso del dovere". Intervenendo alla cerimonia, l'ad Trenord Cinzia Farise', ha detto che dal giorno dell'aggressione e' nato "uno spirito di squadra senza precedenti". Tra l'altro la S14, linea teatro del tragico avvenimento, "ha trasportato il 20% dei quasi 8 milioni di visitatori Expo che e' andata in treno". Di Napoli, dopo aver ringraziato per l'onorificenza, ha sottolineato: "Non e' giusto quello che e' successo. Voi istituzioni dovete far si' che quello che e' successo quella sera a noi non succeda piu'. State muovendo i primi passi assieme alla mia azienda e di questo vi ringrazio". Infine Magagnin ha dichiarato: "Ho solo fatto quello che mi sembrava giusto".

"Riconosciamo il valore, l'impegno e la dedizione di questi ferrovieri. E ribadiamo che la Lombardia non cede alla violenza. Facciamo e faremo tutto il possibile per garantire la sicurezza di chi viaggia e soprattutto di chi lavora sui treni regionali", ha concluso Maroni.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
macheteaggressionevillapizzonecarlo di napoliriccardo magagnin






A2A
A2A
i blog di affari
la nomina dell'esperto per il risanamento aziendale (2)
Angelo Andriulo
Porto di Trieste, sgombero con gli idranti: il "potere" che spegne la rivolta
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Meglio praticare sport o fare una dieta?
Anna Capuano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.