A- A+
Milano
Aggressioni con acido, vittima chiede oltre 3 milioni
Alexander Boettcher e Martina Levato

Ha chiesto 3,154 milioni di euro per danni fisici, morali, psichici e alla famiglia: questa la domanda di risarcimento depositata in tribunale da Stefano Savi, uno delle vittime della "coppia diabolica" all'acido, Alexander Boettcher e Martina Levato. Si tratta di una richiesta addirittura superiore rispetto a quella avanzata da Pietro Barbini, altra vittima, che ha ottenuto il riconoscimento di un milione di euro, mentre i colpevoli sono stati condannati a 14 anni di carcere con rito abbreviato. Il processo per l'aggressione a Savi inizierà invece domenica, con il solo Boettcher al banco degli imputati non avendo chiesto rito alternativo. Il 26enne Savi è stato sfigurato il 2 novembre per uno scambio di persona, a Quarto Cagnino. Ha subito già undici operazioni chirurgiche.

I giudici dell'undicesima sezione penale di Milano hanno accolto la richiesta dei legali di Stefano Savi, parte civile, e disposto il sequestro conservativo di beni per oltre 3 milioni di euro a carico di Alexander Boettcher: tre appartamenti, un'auto e parte delle quote di due societa' riconducibili al broker

 

Tags:
aggressione con acidomartina levatoalexander boettcherpietro barbinistefano savi







A2A
A2A
i blog di affari
Il Green pass crea una categoria di cittadini di seconda classe
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il redditometro viola i diritti dell'uomo: la denuncia di PIN
Green pass obbligatorio, infame pratica ideologica e non scientifica
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.