A- A+
Milano
Aler, risanamento "oltre le attese": soddisfazione Gallera e Altitonante

L'Aler tira le prime somme del piano di risanamento. "Sono molto soddisfatto perché dall'avvio del Piano di risanamento sono già stati assegnati complessivamente oltre 600 alloggi, circa il 30 per cento di quelli che a inizio dicembre 2014 risultavano vuoti e sfitti, mentre altri sono in via di assegnazione - ha dichiarato Giulio Gallera, sottosegretario regionale con delega al coordinamento Aler - grazie ai finanziamenti regionali per circa 11 milioni di euro, l'Aler ha riqualificato e assegnato 300 alloggi di edilizia residenziale pubblica e 100 mini appartamenti sono stati assegnati tramite bando. Accanto a questi risultati, l' Aler ha proseguito nell'attività di assegnazione degli alloggi nello stato di fatto con lavori minimi a carico degli inquilini. Duecento alloggi che si presentavano in situazioni di inagibilità e che richiedevano modesti interventi manutentivi sono stati assegna ti con oneri a carico degli assegnatari con scomputo dell'affitto. Questa modalità ha riscontrato un  grande successo, sono oltre 800 le richieste pervenute, per questa ragione altri 200 alloggi verranno messi a bando a breve con le stesse modalità".

"Ottimo lavoro, quello che sta portando avanti Aler Milano - è il commento del consigliere regionale di Forza Italia, Fabio Altitonante -. Sono molto soddisfatto perché il piano di risanamento aziendale è partito proprio da una chiara volontà di Forza Italia. I risultati sono anche sopra le aspettative, i milanesi hanno capito il nostro impegno nel risolvere il problema casa e rispondono numerosi alle iniziative messe in campo da Aler Milano». «Da una parte l’azienda sta contrastando con forza l’abusivismo - prsoegue Altitonante -, liberando le case per le persone perbene, che da anni aspettano in graduatoria. In più ha promosso nuovi bandi, come quello per l’assegnazione delle case da ristrutturare. I cittadini con un piccolo sforzo economico potranno sistemare gli appartamenti – che altrimenti non potrebbero essere affittati – per poi scalare le spese sostenute dagli affitti futuri. Dall’altra parte, è Regione Lombardia che crede fortemente nel valore di Aler e ha deciso di investire importanti risorse per la manutenzione delle case e per il recupero degli alloggi sfitti, per i quali abbiamo già stanziato circa 11 milioni di euro. Grazie alla nostra riforma e ai nostri investimenti, Aler Milano è in continuo miglioramento. I conti dell’ultimo bilancio sono in pareggio. Insomma, abbiamo invertito la tendenza.Sul fronte dei lavoratori – conclude il consigliere – non ci sarà nessun licenziamento. È stato fin da subito l’impegno di Forza Italia. Già nel piano di dismissione delle società controllate abbiamo inserito garanzie precise. Potrebbero esserci piccoli ridimensionamenti degli stipendi, con contratti di solidarietà, ma lo deciderà l’Azienda insieme ai sindacati»

Gallera risponde inoltre ad una nota del Comune di Milano: “Con riferimento a quanto si legge dalla dichiarazione del Comune di Milano circa il pagamento da parte di Aler di Imu e Tasi, è opportuno specificare che Aler Milano ha versato il lo scorso 16 giugno nelle casse del Comune di Milano l’importo di 3.429.607 euro per la Tasi, applicata per il 90% su tutto il patrimonio Erp. Il fatto che siano stati giustamente esentati gli inquilini per la loro modesta quota, non elimina l’enorme esborso fiscale richiesto ad Aler, per lo svolgimento di una funzione sociale”. “Aler - prosegue - ha anche corrisposto 2.030.404 euro di Imu sugli alloggi Fuori Erp e su tutti gli immobili commerciali che hanno comunque, complessivamente, - per quanto riguarda la finalità dell’impiego delle risorse - destinazioni esclusivamente sociali. Inoltre – continua Gallera - si sottolinea che queste cifre rappresentano solo l’acconto, perché l’Azienda dovrà pagare a fine anno la medesima cifra totale come saldo di pagamento di Imu e Tasi. Incomprensibile le precisazioni da parte del Comune: la circostanza che questi tributi trovino origine in una legge statale è del tutto naturale, poiché la Costituzione della Repubblica prevede che i tributi siano così definiti. Peraltro la legge istitutiva sull’Imu consentirebbe al Comune di ridurre o esentare l’imposta per alcuni soggetti, come Iacp e Aler, fissando – ad esempio – aliquote prossime allo zero. Diversi comuni, hanno proceduto con l’applicazione di aliquote minime, esentando di fatto le Aler da questo pagamento. La stessa Regione ha recentemente esentato Aler dal pagamento dell’Irap. In ogni caso, il Comune di Milano se realmente ha a cuore le condizioni dei quartieri popolari di Milano destini le cifre versate da Aler (circa 11 milioni di euro) al fondo di solidarietà (per il quale non versa nulla da anni nonostante sia previsto da una legge regionale), oppure le conferisca ad Aler per la manutenzione straordinaria degli alloggi".

Ed ancora, Gallera ha commentato le parole del consigliere Pd Onorio Rosati: “Rassicuro il consigliere regionale del Pd Onorio Rosati, è nell’interesse di Regione Lombardia e Aler Milano affrontare la difficile situazione con la massima cautela. Una situazione critica che nasce, oltre che dalle note difficoltà finanziarie dell’azienda, anche dalla decisione del Comune di Milano di affidare a Metropolitana Milanese la gestione del proprio patrimonio abitativo, determinando un esubero di personale in seno ad Aler Milano. Con l’assegnazione della gestione di 30mila alloggi a MM da parte del Comune di Milano, il patrimonio immobiliare gestito da Aler Milano è passato da 90mila a 60mila unità comportando difatti per Aler Milano, oltre a un ammanco di flusso finanziario annuo pari a circa 10,5 milioni di euro, un evidente esubero di personale. Abbiamo più volte evidenziato al Comune di Milano l’opportunità di assorbire parte del personale Aler nella nuova gestione affidata a MM. A fronte di questo, il Comune di Milano ha deciso di non utilizzare risorse già formate e competenti in materia, ma ha deciso di assumere nuove personale con chiamata diretta. Continueremo a sollecitare il sindaco Pisapia a dare un fattivo contributo, soprattutto ora che la situazione della gestione delle case popolari da parte di MM non è più provvisoria, essendo passati ad un’assegnazione trentennale”.

Tags:
alergiulio gallerafabio altitonante







A2A
A2A
i blog di affari
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.