A- A+
Milano
"Alla Lombardia 'assegnati' 352 migranti". La lettera del Prefetto

I migranti "richiedenti asilo" stanno per arrivare nelle città

Chiamatelo governo di destra. Però intanto, sui territori, si registra la prima piccola rivolta. Perché i migranti richiedenti asilo sbarcati in queste ore nei porti italiani o giunti con altri mezzi di trasporto, stanno per arrivare nelle città. Anche quelle del Nord dove la Lega ha il suo feudo, anche nella Varese che è la culla del Carroccio. Secondo quanto può riferire Affaritaliani.it Milano il prefetto Salvatore Pasquariello ha mandato a tutti i comuni della provincia di Varese una lettera molto chiara.

migranti, lettera del prefetto
 

 
     




        Prefetto: alla Lombardia 'assegnati' 352 migranti

"Il ministero dell'interno ha comunicato, in relazione al flusso dei migranti giunti sul territorio nazionale ed attualmente presenti nei luoghi di sbarco e nei centri di primissima accoglienza, che vi è l'esigenza di provvedere all'urgente trasferimento sul territorio nazionale dei richiedenti asilo, al fine di assicurarne l'accoglienza secondo il vigente quadro normativo". Poi arriva il numero: "Secondo un primo piano di riparto di 2mila migranti qui fatto pervenire, alla Regione Lombaardia saranno destinati, per adesso, 352 migranti, di cui, prevedibilmente circa il 10' percento a questa provincia di Varese".

fabio.massa@affaritaliani.it

Iscriviti alla newsletter
Tags:
lombardiamigrantimilanoprefetto






Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.