A- A+
Milano
Alluvione: 3,5 milioni per i danni a Brescia, Lecco e Sondrio
Protezione civile

Protezione Civile: 3,5 milioni per i danni da alluvione a Brescia, Lecco e Sondrio

Milano - E' di circa 3,5 milioni di euro lo stanziamento del dipartimento di Protezione civile per fare fronte ai primi interventi urgenti a seguito delle forti piogge che hanno colpito, l'11 e il 12 giugno scorsi i territori delle province di Brescia, Lecco e Sondrio. Di questi oltre 2,5 milioni per il ripristino dei servizi pubblici essenziali, delle infrastrutture e delle reti strategiche, oltre alle misure per garantire continuita' amministrativa nelle zone colpite, e piu' di 900 mila euro per interventi urgenti ed assistenza alla popolazione. Lo ha fatto sapere l'assessore al Territorio e Protezione civile della Regione Lombardia Pietro Foroni, specificando che l'approvazione da parte del governo centrale riguarda il 'Piano regionale delle spese di prima emergenza e delle somme urgenze' sostenute da Regione e Comuni per affrontare gli eventi calamitosi che hanno colpito le tre province lombarde per i quali era gia' stato concesso lo 'stato di emergenza'.

OLTRE SESSANTA INTERVENTI - "Sono oltre 60 gli interventi finanziati suddivisi nelle province di Brescia, Lecco e Sondrio, che daranno ossigeno a tante amministrazioni - ha spiegato l'assessore Foroni - In questi giorni invieremo le lettere a tutti i Comuni e agli enti interessati per raccogliere la documentazione per la rendicontazione". "Ieri e' inoltre scaduto il termine per inviare le segnalazioni dei danni causati dalle trombe d'aria delle scorse settimane sui territori delle province di Varese, Bergamo, Lodi, Brescia, Pavia, Cremona e Citta' Metropolitana di Milano - ha aggiunto l'assessore - per i quali ci apprestiamo a chiedere al governo centrale una nuova dichiarazione di stato d'emergenza, presupposto per accedere ai fondi statali per il rimborso delle spese effettuate anche in questo caso".

PROVINCIA DI BRESCIA - E' di quasi 500 mila euro il contributo della Protezione civile per la provincia di Brescia. Questo l'elenco degli enti beneficiari con importo e, tra parentesi, il tipo di intervento: - Angolo Terme: 31.961,44 (danni da evento alluvionale) - Borno: 4.824,31 (erosione spondale e danni a viabilita') - Borno: 9.648,63 (ostruzione causata da detriti) - Borno: 9.648,63 (occlusione tombotto in Localita' Pasen) - Darfo Boario Terme: 58.026 (danni vari da evento alluvionale) - Provincia di Brescia: 244.248,42 (rifacimento muro a monte della sede stradale crollata a seguito della frana a Borno) - Utr Brescia: 89.899,32 (interventi vari Comune di Niardo localita' Disino) - Utr Brescia: 49.926,71 (interventi vari Comune di Breno localita' Degna.

PROVINCIA DI LECCO - E' di oltre 2.151.000 euro il contributo della Protezione civile per la provincia di Lecco. Questo l'elenco degli enti beneficiari con importo e, tra parentesi, il tipo di intervento: - Colico: 50.632,44 (intense precipitazioni) - Cortenova: 9.045,73 (ripristino funzionalita') - Dervio: 171.658,26 (inondazione) - Introbio: 6.719,20 (inondazione) - Introzzo-Valvarrone: 4.800 (inondazione) - Premana: 201.620 (inondazione e frana) - Primaluna: 220.932,35 (eventi alluvionali) - Utr Brianza sede di Lecco: 147.041,12 (Comune di Primaluna, centro abitato) riqualificazione alveo del torrente Molinara; - Utr Brianza sede di Lecco: 56.820,30 (Comune di Premana, Localita' Giabbio) riqualificazione alveo torrente Valle Marcia; - Premana: 400.000 (interventi vari di ripristino); - Dervio: 38.560,80 (ripristino sponde foce torrente Varrone); - Crandola Valsassina: 26.000 (ripristino strada per fondovalle localita' Valmarcia e localita' Dolcigo); - Primaluna: 608.155 (ripristino viabilita' e servizi); - Casargo: 17.000(ripristino condizioni sicurezza e viabilita' localita' Faedo/Ronco e Ombrega)

PROVINCIA DI SONDRIO - E' di circa 805.000 euro il contributo della Protezione civile per la provincia di Sondrio. Questo l'elenco degli enti beneficiari con importo e, tra parentesi, il tipo di intervento: - Andalo Valtellino: 16.732,60 (alluvione e messa in sicurezza area del fiume Lesina, per esondazione, crollo argine e strada comunale); - Campodolcino: 53.923,04 (alluvione e ripristino alveo di alcuni corsi d'acqua del reticolo idrico minore); - Delebio: 103.286,95 (alluvione e messa in sicurezza dei corsi d'acqua e della viabilita'); - Madesimo: 121.239,18 (alluvione e rimozione colata di fango e detriti dalla sede stradale e dai canali in varie localita'); - Novate Mezzola: 32.329,30 (inondazione) - Piantedo: 54.256,74 (frana e messa in sicurezza del torrente Madriasco); - San Giacomo Filippo: 69.542,21 (frana e ripristino viabilita' strada comunale per Uggia-Dalo'-Agoncio e alveo torrente Vallesegna localita' Vallesegna-Gallivaggio); - Samolaco: 13.299 (pulizia e svaso delle sacche di accumulo Valle Lobbia, Valle Pisarota Valle Lisca e Valle Meriggiana); - Traona: 3.710,44 (sgombero detriti e opere di svaso); - Valdisotto: 32.455,25 (ripristino della savanella di scarico delle acque di Rio Cagnola e chiusura della falla creatasi dalle ondate di piena del fiume Adda in localita' Capitania); - Utr Montagna: 303.766,56 (sgombero materiale alluvionale, sistemazione opere idrauliche lungo il Torrente Lesina; opere idrauliche lungo il torrente Liro; sgombero materiale alluvionale lungo il torrente Rabbiosa e lavori di consolidamento torrente Colo e torrente Madriasco). (imprese-lavoro.com)

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    alluvionebrescialeccosondrio






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Trieste, repressa la protesta pacifica: l'immagine del golpe globale
    Attenzione: Fisco sospeso solo a metà
    LIBRI/ Il Grand Tour di Stefano Veraldi, dermatologo vagabondo
    Di Ernesto Vergani


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.