A- A+
Milano
Apple, l’assessore risponde ad Affari: "Avviare confronto con i cittadini"
Lorenzo Lipparini

Sempre più vivo il dibattito aperto da Affaritaliani.it Milano e I Hate Milano sull'arrivo del nuovo Apple Store che modificherà drasticamente il volto della storica piazza Liberty. Un'azienda privata di grande successo e prestigio può disporre a proprio piacimento di un luogo così centrale nel tessuto della città? Da qui la nostra proposta, indirizzata direttamente all'assessore Lorenzo Lipparini: indire un referendum per chiedere ai milanesi cosa ne pensano del progetto. L'assessore Ci ha risposto.

Questa la sua nota: "In attesa del voto di un referendum - spiega Lipparini -, che al momento può essere richiesto e indetto solo attraverso la raccolta firme dei cittadini, il progetto verrà discusso e votato nelle prossime settimane dal Consiglio di municipio 1, nel corso di riunioni pubbliche aperte ai cittadini. Ho proposto però agli assessori all'urbanistica e alla cultura Maran e Del Corno, che sono d'accordo, di organizzare un incontro pubblico con la società per raccogliere le osservazioni dei milanesi e dibattere al proposito. Credo che possa essere interesse anche di Apple aprire da subito un confronto aperto coi cittadini. Lo verificheremo nelle prossime ore".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
apple storeapple store milanoapple store piazza libertylorenzo lipparini






A2A
A2A
i blog di affari
Trieste, repressa la protesta pacifica: l'immagine del golpe globale
Attenzione: Fisco sospeso solo a metà
LIBRI/ Il Grand Tour di Stefano Veraldi, dermatologo vagabondo
Di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.