A- A+
Milano
Atm, anche il pagamento della sosta dell'auto diventa virtuale

Nuova frontiera digitale targata Atm. Dopo la “smaterializzazione” dei biglietti, da mercoledì 29 aprile anche il pagamento della sosta delle auto diventa virtuale. Atm sta per dare il via al nuovo sistema di pagamento della tariffa della sosta sulle strisce blu a Milano attraverso gli smartphone.

Ad oggi sono tre le applicazioni gratuite a disposizione degli utenti per effettuare il pagamento elettronico: EasyPark, MyCicero di Pluriservice srl e Pyng di Telepass spa, società selezionate attraverso una manifestazione di interesse pubblicata a febbraio scorso. Per rendere più fruibile il servizio Atm ha sviluppato e implementato la piattaforma di servizi tecnologici sulla quale è possibile “agganciare” le App.

Basterà scaricare sul proprio smartphone una delle tre App, registrarsi e, dopo aver effettuato queste operazioni, si potrà pagare comodamente la sosta con la tariffa in vigore in quell’area, senza nessun costo aggiuntivo. Ogni App consente di utilizzare un metodo di pagamento diverso: dal borsellino elettronico dell’app MyCicero, alla normale carta di credito con EasyPark, fino al pagamento in conto Telepass con Pyng. Non solo: si potranno associare al proprio profilo diverse targhe di veicoli, visualizzare lo stato dei propri pagamenti e lo storico delle soste effettuate. Dopo la prima registrazione all’App si riceverà una mail con all’interno un tagliando stampabile che dovrà essere esposto sulla propria auto per indicare che si sta utilizzando il pagamento elettronico della sosta. Il foglio dovrà essere sempre esposto sul cruscotto.

Il sistema consentirà di modificare il tempo di durata della sosta pagando esclusivamente gli effettivi minuti di utilizzo, sia variando l’ora di inizio sia quella di fine. Inoltre, una notifica “push” che arriverà direttamente sullo smartphone, avviserà l’utente dell’avvicinarsi della scadenza del tempo di sosta che con un solo click potrà decidere di  prolungarne la durata. Infine grazie all’interconnessione in tempo reale dei dati delle App con i sistemi informativi di Atm, l’ausiliario della sosta potrà verificare e controllare agevolmente la validità del pagamento.

Le App saranno progressivamente rese disponibili negli store virtuali a partire dal 29 aprile sia in italiano sia in inglese, in tempo per agevolare anche i visitatori di Expo. Atm ha deciso di amministrare in proprio la piattaforma informatica dell’applicazione, in particolare nella parti che riguardano la controlleria e la disciplina della sosta. Nello specifico questa scelta consentirà ad Atm di avere un maggiore riscontro sul servizio e sulle performance indipendentemente da quale App viene utilizzata. Inoltre, ci sarà un unico strumento e software che renderà molto più efficace e agevole i controlli da parte degli ausiliari della sosta. Questo nuovo sistema che Atm offre ai propri clienti per il pagamento della sosta su strisce blu, si aggiunge a quello dei parcometri. A breve si concluderà la fase 2 con l’installazione di oltre 1100 dispositivi.

Tags:
atmpagamento elettronicosmartphone







A2A
A2A
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.