A- A+
Milano
Al BioPiattaformaLab si parla di economia circolare, industria e ambiente

Al BioPiattaformaLab, il 22 gennaio a Sesto San Giovanni, si parla di economia circolare, industria e ambiente

Il 22 gennaio si terrà l'ultimo appuntamento di BioPiattaformaLab, il percorso partecipativo nato per discutere insieme ai cittadini e alle organizzazioni del territorio del progetto di simbiosi industriale CAP-CORE, che unirà termovalorizzatore e depuratore in una biopiattaforma dedicata all’economia circolare carbon neutral.

L’incontro, che conclude un ciclo di 5 appuntamenti, si svolgerà presso lo Spazio Arte di Sesto San Giovanni. Nel corso dell’incontro, la coordinatrice del progetto, Agnese Bertello, presenterà il documento di sintesi che ripercorre tutti gli elementi emersi nel corso degli eventi precedenti e le soluzioni emerse. Oggetto della presentazione saranno proprio i contributi frutto della partecipazione dei cittadini: istanze, proposte, richieste, suggerimenti, nati attraverso il confronto aperto e trasparente con il territorio e maturati dopo un’attenta analisi dei fattori più rilevanti del progetto, le sue caratteristiche, l’impatto e le ricadute.

Iniziato il 26 novembre scorso, con il primo incontro, BioPiattaformaLab, nasce su proposta dei Comuni di
Sesto San Giovanni, Cologno Monzese, Pioltello, Cormano e Segrate. Le due realtà aziendali coinvolte Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, insieme a CORE S.p.a., Consorzio Recuperi Energetici, hanno così deciso di affiancare alla Conferenza dei Servizi preliminare, il processo partecipativo BioPiattaformaLab, con la collaborazione del Nimby Forum per coinvolgere attivamente e ascoltare le comunità locali e gli stakeholder.

“Il percorso è stato studiato per fornire informazioni dettagliate sul progetto e per ascoltare e raccogliere istanze, domande e proposte da parte del territorio, in un dialogo attivo con i soggetti proponenti, afferma Agnese Bertello, coordinatrice del percorso per Nimby Forum. I laboratori tematici hanno permesso di entrare nel merito di questioni diverse, afferenti agli aspetti economici, paesaggistici, ambientali, tecnici e relativi alle compensazioni. Completezza e trasparenza delle informazioni, rispetto e ascolto reciproco, approfondimento e indagine della complessità sono i principi cui il percorso si è ispirato”.

“Quando parliamo di biopiattaforma, dobbiamo pensare a una sfida unica a livello europeo, che guarda al
futuro seguendo i cardini della sostenibilità e del riutilizzo delle risorse", commenta Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato Gruppo CAP. "Un progetto di tale importanza necessitava di essere raccontato al meglio sul fronte della sicurezza, dell’impatto paesaggistico, della salute, della ricaduta per il territorio”.

“L'ultimo appuntamento aperto alla cittadinanza, commenta il Sindaco di Sesto San Giovanni, Roberto Di
Stefano
, segna un percorso di partecipazione che è servito per diffondere il progetto che stiamo portando
avanti e per rispondere alle richieste dei cittadini e dei comitati interessati."

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    ecosostenibileecosostenibilità






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
    CasaebottegaJalisse
    Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
    di Avv. Francesca Albi*
    Il banco vuoto
    Pierdamiano Mazza


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.