A- A+
Milano
Breath Clean: Milano città pilota di un nuovo progetto green di DHL

Breath Clean: Milano città pilota di un nuovo progetto green di DHL

di Debora Bionda

Presentato all’interno del format sulla mobilità del futuro BluE, il progetto Breath Clean: la Green Solution per la rilevazione della qualità dell’aria a Milano, sviluppata da DHL Express Italy con la startup italiana Sense Square.

Il progetto pilota sarà avviato a Milano. Su oltre 50 veicoli della flotta DHL, che ogni giorno attraversano la città per le consegne, sono stati installati dei sensori che fungono da vere stazioni mobili di monitoraggio, ciascuna in grado di fare un rilevamento ogni 5 minuti. Il sistema acquisisce informazioni dettagliate sui livelli di concentrazione di sostanze inquinanti nell'aria (PM 1, PM 2.5, PM 10, NO2, VOC). "Oltre che ai cittadini e all'azienda, i dati raccolti con Breath Clean saranno utili alle amministrazioni comunali — ha spiegato Nazzarena Franco, CEO di DHL Express Italy — che così potranno adottare delle soluzioni non più globali per frenare l'inquinamento, ma localizzate e capillari, perché i sensori sono in grado di monitorare i dati di aree molto piccole''.

soluzioni non più globali per frenare l'inquinamento, ma localizzate e capillari;

Questi dati, interpretati e integrati con altre rilevazioni ottenute da postazioni fisse, saranno in grado di fornire al Comune di Milano un quadro più completo e dettagliato della qualità dell'aria in città. ''Breath Clean permetterà al cittadino di sapere se quella strada che percorre tutte le mattine per andare al lavoro o accompagnare il bambino all'asilo è inquinata o no — ha spiegato Marco Granelli, assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Milano — e così acquisire maggiore consapevolezza sul fatto che anche lui, ognuno di noi può contribuire a migliorare la qualità dell'aria, usando la bici, il trasporto pubblico o i mezzi elettrici invece di un mezzo inquinante''. La durata della sperimentazione del progetto Breath Clean è di due anni. 

Al termine della presentazione, Affaritaliani.it Milano ha raggiunto Nazzarena Franco, CEO DHL Express Italy dal 25 marzo, per farci raccontare meglio come questo progetto si inserisca in una visione di più lungo respiro volta alla sostenibilità e al miglioramento della qualità della vita.  

“Connecting people, Improve lives” è la mission che ispira DHL, una visione importante e ambiziosa
Decisamente, ma possiamo vedere il nostro lavoro in diversi modi e noi consideriamo le nostre attività di logistica come delle attività che connettono le persone e che cercano di migliorare la vita.

Fra gli obiettivi di DHL anche emissioni zero nel 2050
Sì, questo è un obiettivo macro che DHL, che fa parte del Gruppo Deutsche Post DHL, si è posto già nel 2008 (rispetto ai valori del 2007) con l’obiettivo di migliorare l’indice di efficienza legato alle emissioni di CO2 del 30% entro il 2020. L’obiettivo è stato raggiunto nel 2016, pertanto il Gruppo DPDHL ha lanciato il nuovo ambizioso target di  arrivare al 2050 con zero emissioni, con l’obiettivo intermedio del 50% di riduzione entro il 2025. E' all’interno di questo macro-obiettivo più locale che si concretizzano una serie di azioni: quelle più semplici che riguardano il rinnovamento delle flotte, e poi ci sono altri progetti come Breath Clean che abbiamo presentato oggi.    

In cosa consiste il progetto Breath Clean?
Breath Clean fa leva su un asset che sono i mezzi e i veicoli che si spostano in centro città, a questi mezzi abbiamo associato delle sonde per monitorare la qualità dell’aria. Agiranno come degli agenti speciali per raccogliere dati a disposizione poi dell’amministrazione che potrà così portare avanti degli interventi specifici perché il dato fornito sarà più capillare. E un domani questi dati potranno essere messi a disposizione dei cittadini che potranno scegliere i loro percorsi a seconda della qualità dell’aria.

Come mai DHL ha scelto Milano come città pilota di questo progetto?
Abbiamo pensato subito a Milano per questo progetto e abbiamo trovato un’amministrazione aperta e disponibile. Con questa reciprocità di intenti è stato facile lavorare.

La sostenibilità è fatta anche dalle piccole scelte quotidiane, come quella di scegliere il servizio DHL GoGreen, come funziona?
GoGreen è una piattaforma ampia composta da diverse azioni e che comprende anche un prodotto, ovvero la possibilità di scegliere per le aziende un prodotto di delivery fatto con modalità più sostenibili. 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    breath cleandhl






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
    L'OPINIONE di Ernesto Vergani
    Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
    CasaebottegaJalisse
    Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
    di Avv. Francesca Albi*


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.